Traduci

OMS:”ANCORA EFFETTO OMICRON,FOCOLAI SIGNIFICATIVI IN MOLTI PAESI”

Oms: “Ancora effetto Omicron, focolai significativi in molti Paesi”

“Sono passati più di due anni dalla segnalazione della prima infezione” da Covid. “Da allora, alcuni Paesi sono riusciti a fare dei veri progressi nell’arrestare la malattia. Molti Paesi, tuttavia, stanno continuando per far fronte a focolai significativi. L’emergere di Omicron”, l’ultima variante dominante di Sars-CoV-2 “alla fine del 2021, ha innescato un’ondata di contagio globale, di cui si sta ancora sentendo l’impatto”. A tracciare il quadro è Mike Ryan, direttore esecutivo del Programma emergenze sanitarie dell’Organizzazione mondiale della sanità (Oms) nel report annuale 2021 sulla risposta dell’Oms a Covid-19.

“Ad oggi – prosegue Ryan – abbiamo perso più di 6 milioni di vite a causa di Covid-19 e altre migliaia di persone vivono col ’long Covid’, una condizione debilitante post-malattia che stiamo appena iniziando a capire. La pandemia ha inoltre evidenziato ed esacerbato le disuguaglianze esistenti, con differenze nel numero dei casi, nei sintomi a lungo termine e nei tassi di mortalità ad esempio tra uomini e donne, diversi gruppi di età, minoranze etniche e popolazione generale”.

In Italia ulteriori 88.173 contagi e altri 194 morti

Sono 88.173 i nuovi contagi da covid in Italia, secondo l’ultimo bollettino nazionale.

588.576 i tamponi effettuati per un tasso di positività del 15%.

194 i morti in 24 ore.

In lieve aumento i ricoveri (+5), in calo le terapie intensive (-12).

I dati delle Regioni

(Bollettino Covid-19 delle ore 18,00 – 5 Aprile 2022)

LOMBARDIA – Sono 11.666 i nuovi contagi da covid in Lombardia secondo il bollettino di oggi, 5 aprile. Si registrano inoltre altri 18 morti. A Milano città i nuovi casi sono 1.611. I tamponi effettuati sono 93.356, con un rapporto test/positivi pari al 12,4%. In calo i ricoveri in terapia intensiva: sono 39 (-6) mentre quelli non in terapia intensiva salgono a 1.159 (+52). 39.347 il totale delle vittime nella regione da inizio pandemia.

Più in dettaglio, sono 3.709 i nuovi positivi al Covid registrati nella provincia di Milano nelle ultime 24 ore. Quanto alle altre province lombarde, a Bergamo si registrano 742 nuovi casi, a Brescia 1.499, a Como 672, a Cremona 365, a Lecco 547, a Lodi 177, a Mantova 689, a Monza 1.019, a Pavia 672, a Sondrio 123 e a Varese 1.125.

LAZIO – Sono 9.903 i nuovi contagi da covid nel Lazio secondo il bollettino di oggi, 5 aprile. Si registrano inoltre altri 10 morti. A Roma città i nuovi casi sono 4.636. “Oggi nel Lazio, su 9.315 tamponi molecolari e 52.921 tamponi antigenici per un totale di 62.236 tamponi, si registrano 9.903 nuovi casi positivi (+6.069); sono 10 i decessi (+1), 1.146 i ricoverati (-51), 78 le terapie intensive (+5) e +4.306 i guariti. Il rapporto tra positivi e tamponi è al 15,9%”, riferisce l’assessore alla Sanità, Alessio D’Amato, nel bollettino al termine della videoconferenza della task-force regionale Covid-19.

CAMPANIA – Sono 10.099 i nuovi contagi da covid in Campania secondo il bollettino di oggi, 5 aprile. Si registrano inoltre altri 13 morti: 10 i decessi avvenuti nelle ultime 48 ore e 3 avvenuti in precedenza, ma registrati ieri. 55.452 i test effettuati. In Campania sono 35 i pazienti Covid ricoverati in terapia intensiva, 725 i pazienti Covid ricoverati nei reparti di degenza.

VENETO – Sono 9.080 i nuovi contagi da coronavirus oggi 5 aprile in Veneto, secondo i dati dell’ultimo bollettino covid-19. Si registrano altri 10 morti. Il totale dei casi da inizio pandemia è arrivato a 1.520.865, mentre gli attualmente positivi sono 80.109.

Il totale dei decessi da inizio pandemia è 14.210. Negli ospedali veneti sono ricoverate 593 persone in area medica e 27 in terapia intensiva. Negli ospedali di comunità i ricoverati positivi sono 122. Nella giornata di ieri sono state somministrate 1.092 dosi di vaccino.

SICILIA – Sono 5.769 i nuovi contagi da covid in Sicilia secondo il bollettino di oggi, 5 aprile. Si registrano inoltre 43 morti: 5 si sono registrati ieri, mentre gli altri si riferiscono ai giorni scorsi. 33.690 i tamponi processati. Gli attuali positivi nell’Isola sono 186.617 (331 in meno rispetto a ieri). In un solo giorno i guariti sono stati 6.802. Degli attuali positivi i ricoverati con sintomi sono 1.009, mentre si trovano in terapia intensiva 49 pazienti. Questa la ripartizione su base provinciale dei nuovi casi: 1.590 a Palermo, 1.084 a Catania, 1.230 a Messina, 448 a Ragusa, 489 a Trapani, 532 a Siracusa, 325 a Caltanissetta, 670 ad Agrigento e 146 a Enna.

CALABRIA – Sono 3.641 i contagi da coronavirus in Calabria oggi, 5 aprile 2022, secondo numeri e dati covid del bollettino della regione. Registrati altri 6 morti. I nuovi casi sono stati individuati su 16.128 tamponi effettuati. Segnalati altri +2.331 guariti. Il bollettino, inoltre, registra +1.304 attualmente positivi, ricoveri stabili (per un totale di 364) e, infine, terapie intensive stabili (per un totale di 20).

TOSCANA – Sono 5.974 i nuovi contagi da coronavirus oggi 5 aprile in Toscana, secondo i dati dell’ultimo bollettino covid-19. Si registrano altri 21 morti. I nuovi casi, 1.136 confermati con tampone molecolare e 4.838 da test rapido antigenico, portano il totale a 1.005.371 dall’inizio della pandemia da Coronavirus e sono lo 0,6% in più rispetto al totale del giorno precedente. I guariti crescono dello 0,5% e raggiungono quota 945.869 (94,1% dei casi totali).

Oggi sono stati eseguiti 7.090 tamponi molecolari e 32.225 tamponi antigenici rapidi, di questi il 15,2% è risultato positivo. Sono invece 8.554 i soggetti testati oggi (con tampone antigenico e/o molecolare, escludendo i tamponi di controllo), di cui il 69,8% è risultato positivo. Gli attualmente positivi sono oggi 49.928, +2,3% rispetto a ieri. I ricoverati sono 954 (20 in più rispetto a ieri), di cui 46 in terapia intensiva (3 in più). Oggi si registrano 28 nuovi decessi: 17 uomini e 11 donne con un’età media di 84,5 anni.

EMILIA ROMAGNA – Sono 3.103 i nuovi contagi da Coronavirus oggi, 5 aprile, in Emilia-Romagna su un totale di 27.259 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore, di cui 12.094 molecolari e 15.165 test antigenici rapidi. Lo riferisce il bollettino con i dati Covid della Regione.

Complessivamente, la percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti è dell’11,4%. , Si registrano 11 decessi. I pazienti attualmente ricoverati nelle terapie intensive dell’Emilia-Romagna sono 38 (+11 rispetto a ieri, pari al +40,7%), l’età media è di 65,8 anni. Per quanto riguarda i pazienti ricoverati negli altri reparti Covid, sono 1.206 (-33 rispetto a ieri, -2,7%), età media 75,9 anni.

FRIULI VENEZIA GIULIA – Sono 1.562 i nuovi contagi da coronavirus oggi 5 aprile in Friuli Venezia Giulia, secondo i dati dell’ultimo bollettino covid-19. Si registrano altri 3 morti. Su 5.052 tamponi molecolari sono stati rilevati 310 nuovi contagi, con una percentuale di positività del 6,14%. Sono inoltre 10.442 i test rapidi antigenici realizzati, dai quali sono stati rilevati 1.252 casi (11,99%).

Le persone ricoverate in terapia intensiva scendono a 5, mentre i pazienti ospedalizzati in altri reparti calano a 143. Lo ha comunicato oggi il vicegovernatore della Regione con delega alla Salute Riccardo Riccardi.

Per quanto riguarda l’andamento della diffusione del virus tra la popolazione, le fasce più colpite sono la 40-49 anni (17,41%) e la 50-59 anni (17,03%); a seguire la 30-39 anni (12,29%).Nella giornata odierna si registra il decesso di una donna di 90 anni di Udine (deceduta in ospedale), un uomo di 86 anni di gradisca d’Isonzo (deceduto in ospedale) e un uomo di 79 anni di Tarcento deceduto in una struttura per anziani.

BASILICATA – Sono 1.104 i nuovi contagi da coronavirus oggi 5 aprile in Basilicata, secondo i dati dell’ultimo bollettino covid-19. Si registra 1 morto. I nuovi casi sono stati individuati su un totale di 4.682 tamponi (molecolari e antigenici) effettuati. La persona deceduta risiedeva a Grassano. Sono state registrate 921 guarigioni. I ricoverati per Covid-19 sono 100 (-1) di cui 1 in terapia intensiva: 55 (di cui 1 in TI) nell’ospedale di Potenza; 45 in quello di Matera. Nel complesso gli attuali positivi residenti in Basilicata sono oltre 26.500.

PUGLIA – Sono 8.441 i contagi da coronavirus in Puglia oggi, 5 aprile 2022, secondo numeri e dati covid del bollettino della regione. Registrati 16 morti. I nuovi casi sono stati individuati su 62.971 tamponi. I nuovi casi per provincia – Provincia di Bari: 2.967; Provincia di Bat: 513; Provincia di Brindisi: 888; Provincia di Foggia: 1.089; Provincia di Lecce: 1.759; Provincia di Taranto: 1.162; Residenti fuori regione: 46; Provincia in definizione: 17. Le persone attualmente positive in Puglia sono 114.657. I pazienti covid ricoverati in ospedale in area non critica sono 690. In terapia intensiva, invece, 40 malati.

SARDEGNA – Sono 2.631 i contagi da coronavirus in Sardegna oggi, 5 aprile 2022, secondo numeri e dati covid del bollettino della regione. Registrati altri 3 morti. Tra i nuovi casi, 2.360 sono stati diagnosticati da tampone antigenico. Sono stati processati in totale, fra molecolari e antigenici, 14.936 tamponi. I pazienti ricoverati nei reparti di terapia intensiva sono 23 ( -2 ). I pazienti ricoverati in area medica sono 330 ( +2 ). Sono 30084 i casi di isolamento domiciliare (-435). Si registrano 3 decessi: due donne di 68 e 98 anni, residenti nella provincia di Nuoro, e una donna di 84 anni, residente nella provincia del Sud Sardegna.

Covid Italia e Omicron, “in inverno mortalità simile a 2016-2017”

Qual è stata la mortalità in Italia nell’inverno della variante covid Omicron? Dai dati ufficiali del ministero della Salute “si desume che la mortalità generale nell’inverno 2021-2022”, caratterizzato dalla circolazione della variante Omicron di Sars-CoV-2, “è stata simile a quella registrata nell’inverno 2016-2017 (pre-Covid), superiore a quella degli inverni 2017-2018 e 2018-2019, inferiore nei picchi a quella della primavera 2020 (prima ondata Covid, di breve durata) e nettamente inferiore a quella dell’inverno 2020-2021 (seconda e terza ondata)”. Ad affrontare l’argomento è Guido Silvestri, professore alla Emory University di Atlanta (Usa).

“Da notare – aggiunge l’esperto che dedica al tema un post sulla sua pagina Facebook – che i picchi settimanali del 2021-2022 sono inferiori a quelli del 2016-2017 e nettamente inferiori a quelli sia di inizio 2020 che dell’inverno 2020-2021”.

“A mio avviso – conclude – un grafico del genere aiuta, più di mille parole e commenti, sia a rispondere alla domanda ’morti per Covid vs morti con Covid’ che a spiegare il concetto epidemiologico di ’harvest effect’”. Come ha spiegato anche l’Istituto superiore di sanità proprio in una pubblicazione su Sars-CoV-2 dello scorso anno, parlando di eccesso di mortalità si è spesso affrontato il tema dell’effetto ’harvesting’, cioè dell’anticipazione del decesso “tra persone in condizioni di salute molto compromesse a inizio epidemia, che sarebbero comunque decedute nel breve periodo” (come riporta il testo Iss).

Data:

6 Aprile 2022