Traduci

ONU BOCCIA RISOLUZIONE RUSSIA

cms_25323/1.jpgE’ stata bocciata al Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite la bozza di risoluzione russa sulla situazione umanitaria in Ucraina. A favore del testo hanno votato solo Russia e Cina, mentre tutti gli altri 13 membri si sono astenuti. Prima del voto, l’ambasciatrice americana all’Onu Linda Thomas-Greenfield aveva accusato Mosca di voler usare ancora il Consiglio di sicurezza per “coprire le sue azioni brutali”.

“E’ veramente inconcepibile che la Russia abbia avuto l’audacia di presentare una risoluzione con cui chiede alla comunità internazionale di risolvere una crisi umana che ha creato da sola”, ha denunciato la rappresentante americana, secondo cui “la Russia non si preoccupa del deterioramento delle condizioni umanitarie, dei milioni di vite e sogni che ha distrutto: se fosse interessata, smetterebbe di combattere”.

cms_25323/2.jpeg

Il presidente degli Stati Uniti d’America Joe Biden ospite oggi al Consiglio Europeo a Bruxelles al termine del summit della Nato e della riunione dei leader del G7. E’ già in città da ieri: rue Ducale, la via su cui si affaccia l’ambasciata Usa, è bloccata dalla polizia belga con i cavalli di Frisia. E’ la prima volta in assoluto che un presidente americano partecipa fisicamente ad un Consiglio Europeo nella capitale belga. Ma, se spingerà perché l’Europa colpisca la Russia con sanzioni sull’energia, il presidente democratico non troverà il terreno spianato. I capi di Stato e di governo europei lo attendono per una discussione che un alto funzionario si spinge a definire “franca”, precisando comunque che verrà sottolineata la “solida unità” tra le due sponde dell’Atlantico di fronte all’aggressione della Russia all’Ucraina.

Altri inorridiscono udendo l’aggettivo ’franco’ accostato ad uno scambio tra il presidente degli Stati Uniti d’America e i capi di Stato e di governo dell’Ue, nel pieno di una guerra di aggressione della Russia all’Ucraina, e propendono per parole meno contundenti. Sarà una discussione aperta, poiché una discussione “franca”, in linguaggio diplomatico, equivale a dire che si concorda di essere in disaccordo.

(Fonte AdnKronos – foto dal web)

Data:

24 Marzo 2022