Traduci

PAPA FRANCESCO OPERATO A GEMELLI.IL CHIRURGO:”STA BENE”

cms_30794/1.jpgPapa Francesco è stato operato ieri al Policlinico Gemelli di Roma.

L’intervento chirurgico si è svolto senza complicazioni ed ha avuto una durata di tre ore”, ha fatto sapere il portavoce del Vaticano Matteo Bruni parlando dell’operazione all’intestino subita dal Papa ricoverato nell’ospedale romano.

cms_30794/2.jpeg

Nella serata di ieri, in un punto stampa, il chirurgo che ha operato il Pontefice, Sergio Alfieri, ha detto che “Papa Francesco sta bene. E’ sveglio, è vigile, ha già fatto una battuta“. “Ho parlato con il Papa 10 minuti fa – ha riferito – Ha già scherzato e mi ha preso in giro, chiedendomi ’quando facciamo la terza?’’’. Alfieri infatti ha operato ieri il Papa per la seconda volta, dopo il primo intervento di 2 anni fa.

“Ieri pomeriggio, il Santo Padre è stato sottoposto all’intervento chirurgico programmato per un laparocele incarcerato in corrispondenza della cicatrice delle pregresse operazioni chirurgiche laparotomiche effettuate negli anni passati. Sono state riscontrate tenaci aderenze, che sono state eliminate”, ha spiegato il chirurgo.

Il “laparocele causava al Santo Padre, da alcuni mesi, una sindrome subocclusiva intestinale dolorosa ingravescente. Nel corso dell’intervento chirurgico sono state riscontrate delle tenaci aderenze tra alcune anse intestinali medio-tenuali parzialmente conglobate ed il peritoneo parietale che causavano la sintomatologia” accusata dal Papa. “Si è proceduto pertanto – ha spiegato Alfieri – alla liberazione delle aderenze (cicatrici interne) con sbrigliamento completo di tutta la matassa tenuale. È stata quindi eseguita la riparazione del difetto erniario mediante una plastica della parete addominale con l’ausilio di una rete protesica. L’intervento chirurgico e l’anestesia generale si sono svolte senza complicazioni. Il Santo Padre ha reagito bene”.

Il chirurgo ha spiegato che “la stenosi diverticolare è una patologia benigna da cui il Papa è completamente guarito, la patologia per cui è stato operato oggi è una patologia benigna: dopo il decorso operatorio non lascerà alcuna traccia e non c’è nessuna preoccupazione in entrambi i casi. Il Papa non ha altre malattie”. Il Pontefice, ha precisato Alfieri, “ha reagito bene all’intervento e all’anestesia. Non ha e non ha mai avuto problemi con l’anestesia generale, nemmeno 2 anni fa”.

cms_30794/3.jpg

Quanto alla degenza, “per questo intervento è di 5-7 giorni. Tenete presente che abbiamo operato il Papa, un signore di 86 anni che ha già subito 4 interventi chirurgici ed è stato ricoverato per un’infezione polmonare. Adotteremo tutte le cautele, è stato appena operato, dateci qualche giorno per rispondere sulla durata della degenza post operatoria”.

“Una volta che si sarà ripreso dall’intervento, Papa Francesco potrà continuare a fare quello che ha programmato. L’unica cosa che gli ho raccomandato è di non fare sforzi e portare pesi. Lui mi ha guardato come per dire ’sono il Papa, ti pare che porto pesi’. Per quello che riguarda il dottore, non ci saranno limitazioni”, ha sottolineato Alfieri.

Il Papa, ha aggiunto, “è seguito da una equipe coordinata dal suo assistente sanitario personale Massimiliano Strappetti. Durante questi mesi e negli ultimi giorni il Santo Padre accusava dolori. Non è stato un intervento deciso d’urgenza, altrimenti lo avremmo già operato ieri quando è venuto al Gemelli per sottoporsi alla Tac. I dolori si sono fatti sempre più frequenti, stava sempre peggio e il Papa ha deciso di fare l’intervento oggi, riorganizzando la sua agenda. Sapete che decide sempre il Papa”.

La Prefettura della Casa Pontificia ha fatto sapere che le udienze del Papa sono state annullate “per motivi sanitari fini al 18 giugno”. Lo si apprende da una nota della diocesi di Teramo che, alla luce della notizia, ha inviato a Papa Francesco un messaggio di vicinanza.

cms_30794/Mattarella.jpgIl presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha rivolto un messaggio a Papa Francesco.

“Santità, in vista del Suo ricovero al Policlinico Gemelli desidero farLe pervenire i miei migliori auguri per il positivo esito dell’operazione – ha scritto Mattarella.

Il popolo italiano tutto Le è vicino con sentimenti di affetto e solidarietà, che faccio pienamente miei.

Ella può contare in questo momento, oltre che sulle preghiere dei fedeli cattolici, sul partecipe pensiero di innumerevoli persone, credenti e non credenti.

Rinnovo a Vostra Santità il più sincero augurio di una serena convalescenza, e di pronto e completo ristabilimento”.

Data:

8 Giugno 2023