Traduci

PAPA:”PARLARE CON I PEDOFILI FA RIBREZZO, MA ANCHE LORO SONO FIGLI DI DIO”

cms_30432/1.jpg“Parlare” con un pedofilo “ci fa ribrezzo, non è facile.

Ma anche loro sono figli di Dio.

E ci vuole una pastorale.

Meritano una punizione, ma insieme anche una cura pastorale. Come farlo? No, non è facile”.

Lo ha sottolineato Papa Francesco nel corso del dialogo con i Gesuiti ungheresi reso noto oggi dal direttore di Civiltà Cattolica padre Antonio Spadaro.

cms_30432/2_1683689570.jpg

“Noi oggi abbiamo compreso che la realtà dell’abuso è molto ampia: ci sono abusi sessuali, psicologici, economici, con i migranti… Tu ti riferisci agli abusi sessuali. Come avvicinarci, come parlare agli abusatori per i quali proviamo ribrezzo?

Sì, anche questi sono figli di Dio. Ma come si può amarli? La tua domanda è molto forte. L’abusatore va condannato, infatti, ma come fratello.

Condannarlo è da intendere come un atto di carità. C’è una logica, una forma di amare il nemico che si esprime anche così. E non è facile da capire e da vivere.

L’abusatore è un nemico. Ciascuno di noi lo sente tale perché ci immedesimiamo nella sofferenza degli abusati. Quando senti che cosa l’abuso lascia nel cuore delle persone abusate, l’impressione che ne ricevi è tremenda.

Anche parlare con l’abusatore ci fa ribrezzo, non è facile. Ma anche loro sono figli di Dio. E ci vuole una pastorale”, ha osservato Bergoglio.

Autore:

Data:

10 Maggio 2023