Traduci

PASQUA PER UNA RESURREZIONE DELL’UMANITA’

Non vorrei in questa Pasqua essere io a parlare.

Io, cristiana, vorrei in questa Pasqua solamente dare voce a tutti quelli che soffrono.

Vorrei poterli ascoltare uno ad uno e di ciascuno riportare le storie: i poveri e i sofferenti che come Cristo in croce sono nelle nostre città, più o meno opulente ma sempre più indifferenti, i disgraziati costretti a salire su una barca sopportando ogni violenza alla loro dignità per un sogno di vita umana, le vittime innocenti di guerre sciagurate in ogni luogo in cui il sangue di Abele continua ad essere versato mentre Caino fa affari, tutti gli uomini, donne e bambini violati per ottusità ideologiche o menti perverse, i tanti giovani di cui si disconosce il merito, un posto di lavoro, una retribuzione, le persone abbandonate nella indigenza, nella solitudine e nella malattia a causa di una logica in cui non ha posto la coscienza ma solo l’insofferenza.

Vorrei io, cristiana, fare in questa Pasqua la mia parte non con le mie parole ma con le parole di chi, con la propria storia di umanità negata, ci dona la possibilità di interrogarci cosa sia pace e giustizia spronandoci ad andare oltre i personalismi all’interno dei propri abitacoli sepolcrali.

Vorrei che questa Pasqua fosse per tutti, iniziando dai poveri e dagli ultimi, la festa dei macigni rotolati via dall’imboccatura del cuore. Vorrei che il vento della resurrezione soffiasse su ogni luogo di morte trasformandolo in culla di vita rinnovata.

Sogno per tutti una Pasqua in cui ciascuno si inginocchi sulle stimmate della storia e scavi fino a ritrovare il senso della propria umanità e, accogliendo con compassione i dolori di chi soffre, si impegni contro ogni forma di ingiustizia e di negazione del bene comune, per la resurrezione dell’umanità.

Data:

9 Aprile 2023