Traduci

PASSEGGIATA ARTISTICA IN ITALIA ATTRAVERSO “IL LUNGO OTTOCENTO” (XVIII^ Parte)

Divisionismo

Come ho già scritto da metà Ottocento si sviluppano diverse tendenze artistiche, gli scapigliati, i macchiaioli, gli orientalisti, ecc., i cui protagonisti non stanno statici ma convivono in più scuole, ad esempio Angelo Morbelli pur essendo un noto interprete del Divisionismo, lo è altrettanto nel Realismo, Gerolamo Induno, pittore-soldato dell’Arte risorgimentale, è pure appassionato di Orientalismo.

Il ventennio che chiude il secolo, è caratterizzato da stili artistici diversi, come in letteratura, infatti col termine Decadentismo si definiscono poetiche diverse, come il Simbolismo, l’Estetismo, il Crepuscolarismo, il Futurismo, l’Ermetismo…

cms_30845/1.jpg

Gaetano Previati-Maternità- Collezione privata

Il Decadentismo nasce come reazione alla crisi del Positivismo e del pensiero scientifico, la sfiducia sulla ragione e sui valori per cui si era combattuto, la confusione e lo scetticismo di fronte ad una corsa al progresso tesa al profitto che schernisce gli ideali di libertà, fratellanza, giustizia in nome dei quali si era combattuto per quasi cinquant’anni.

cms_30845/2_1686528103.jpg

Gaetano Previati- Via Crucis- VIII Incontro con le pie donne- Musei Vaticani

Così sia nell’intellettuale che nell’artista, il disagio si esprime in varie forme, c’è chi diventa ribelle e maledetto, chi assume l’atteggiamento del dandy esteta che disprezza i parvenus o chi è un inquieto scapigliato oppure chi si rivolge alle piccole cose, alle scene intime oppure, chi disgrega tutto o ancora chi cerca una rivelazione nell’ignoto, nell’inconscio, cercando la magia nelle cose che accadono, il Simbolismo.

Il Simbolismo nasce in Francia, la realtà vera non è quella fenomenica ma è qualcosa di più profondo e misterioso che vive sotto le parvenze sensibili, solo il poeta illuminato da improvvise folgorazioni, può coglierla ed esprimerla, in letteratura italiana è il Pascoli, in pittura è il Divisionismo che trae dal Simbolismo il misticismo, le corrispondenze interiori, le allusioni, il rapporto con la musica, tutto ciò che non si guarda ma si vede con gli occhi e con il cuore, perciò molto spesso i divisionisti sono impegnati nel sociale.

cms_30845/3.jpg

Gaetano Previati- Via Crucis- XIII La Deposizione- Musei Vaticani

I pittori divisionisti adottarono una tecnica di accostamento di colori puri, divisi e non mescolati sulla tela, si inseriscono nella corrente internazionale del neo-impressionismo, che seguiva le sperimentazioni sulla luce e il colore dell’Impressionismo ma cercando forme nuove.

Ad esempio, in Francia vi fu il puntillismo o puntinismo, teorizzato da Georges Seurat, minuscoli punti di colori diversi venivano posti sulla tela, la visione da lontano era di fusione coloristica, creando sfumature, che non c’erano e luminosità accostando colori puri o complementari, ingannando l’occhio dell’osservatore; Seraut cercò anche di dare una composizione solida e classica ai suoi dipinti sui quali lavorava a lungo, molto lontano dall’improvvisazione degli impressionisti.

I divisionisti italiani, chiamati così perché dividevano i colori non mescolandoli, al posto dei puntini, accostarono piccoli tratti o filamenti di colore, con effetti luministici di incantevole grazia, arricchendoli con riferimenti simbolici, corrispondenze tra emozioni e forme oltre che a impegnarsi nell’indagare le profonde crepe della modernità nell’era dell’industrializzazione.

Il divisionismo si diffuse in più parti d’Italia, ma il centro artistico fu nel Nord Italia: a Milano, si manifestò ufficialmente nel 1891, tra i divisionisti più noti, vi sono Gaetano Previati, Giovanni Segantini, Angelo Morbelli e Giuseppe Pellizza da Volpedo.

cms_30845/4.jpg

Gaetano Previati- Il Re Sole- Galleria d’Arte Moderna- Milano

Gaetano Previati (1852 – 1920) è stato un pittore ferrarese, iniziò gli studi all’accademia di Belle Arti di Ferrara, per poi passare a Firenze e infine a Milano, all’Accademia di Brera; dopo l’avventura giovanile nella Scapigliatura milanese, fu attivo soprattutto nel Divisionismo, tanto da esserne caposcuola alla morte di Giovanni Segantini.

Previati è autore di tele allegoriche e sentimentali, legate allo spirito religioso, ma affronta anche temi risorgimentali di cui condivideva gli ideali; idilliaci dipingendo malinconici paesaggi. Si distingue particolarmente per la sua ricerca simbolista-religiosa, più tardi sarà influenzato dalle raffigurazioni del quasi blasfemo Felicien Rops e dai sogni, dagli incubi e dalle visioni strane, scure, indecifrabili di Odilon Redon.

cms_30845/5.jpgOdillon Redon- Il ragno che piange

Il suo bisogno di occulto e di misticismo è pressante, entra in contatto con il gruppo esoterico parigino dei Rosacroce, il cui fondatore Joseph Péladan, si riteneva un cavaliere antico, un Parsifal in lotta col suo tempo irreligioso e materialistico, i seguaci erano alla cerca del Graal, ovvero un percorso religioso unito alle pseudo scienze esoteriche che avrebbe portato a una nuova verità.

Nel 1917, la morte della moglie e del figlio lo fanno cadere nel buio della depressione, muore a Lavagna nel 1920.

cms_30845/6.jpg

Felicien Rops- Pornocrazia- Museo provinciale Félicien Rops- Namur

Il suo bisogno di occulto e di misticismo è pressante, entra in contatto con il gruppo esoterico parigino dei Rosacroce, il cui fondatore Joseph Péladan, si riteneva un cavaliere antico, un Parsifal in lotta col suo tempo irreligioso e materialistico, i seguaci erano alla cerca del Graal, ovvero un percorso religioso unito alle pseudo scienze esoteriche che avrebbe portato a una nuova verità.

cms_30845/7.jpg

Gaetano Previati- La caduta degli angeli-Galleria Nazionale d’Arte Moderna-Roma

Nel 1917, la morte della moglie e del figlio lo fanno cadere nel buio della depressione, muore a Lavagna nel 1920.

Fra le opere più note di Gaetano Previati, vi sono quelle legate al tema della “Maternità, le Vie crucis, tra cui quella ai Musei Vaticani, con un ritmo incalzante di dolore e sofferenza, il corteo del “Re Sole” una fantasiosa rievocazione storica di un corteo regale con riferimenti simbolici alla sudditanza; il trittico intitolato “La caduta degli angeli” con un ammasso vorticante di corpi e le illustrazioni dei “Promessi Sposi” di Alessandro Manzoni.

cms_30845/8.jpg

Gaetano Previati-Adorazione dei Magi-Pinacoteca di Brera- Milano

Intriso di luce è l’Adorazione dei Magi grazie al bilanciamento raffinato fra colori freddi, la Madonna in azzurro come il cielo, e i colori caldi, il mantello del re magio giallo, ocra e arancione, colore ripreso sullo sfondo. È un dipinto che trasmette grazia, dolcezza e sentimento religioso autentico.

(Continua)

—————————————————————————————-
Le parti precedenti ai links:
https://www.internationalwebpost.org/contents/PASSEGGIATA_ARTISTICA_IN_ITALIA_ATTRAVERSO_-quot;IL_LUNGO_OTTOCENTO-quot;_(I%5EParte)_29215.html#.Y9_gKnbMKUk

https://www.internationalwebpost.org/contents/PASSEGGIATA_ARTISTICA_IN_ITALIA_ATTRAVERSO_-quot;IL_LUNGO_OTTOCENTO-quot;_(II%5EParte)_29288.html#.Y-iqHHbMKUk

https://www.internationalwebpost.org/contents/PASSEGGIATA_ARTISTICA_IN_ITALIA_ATTRAVERSO_-quot;IL_LUNGO_OTTOCENTO-quot;_(III%5EParte)_29368.html#.Y_oq9HbMKUk

https://www.internationalwebpost.org/contents/PASSEGGIATA_ARTISTICA_IN_ITALIA_ATTRAVERSO_-quot;IL_LUNGO_OTTOCENTO-quot;_(IV%5EParte)_29543.html#.ZAMukXbMKUk

https://www.internationalwebpost.org/contents/PASSEGGIATA_ARTISTICA_IN_ITALIA_ATTRAVERSO_-quot;IL_LUNGO_OTTOCENTO-quot;_(V%5EParte)_29624.html#.ZA2KUXbMKUk

https://www.internationalwebpost.org/contents/PASSEGGIATA_ARTISTICA_IN_ITALIA_ATTRAVERSO_-quot;IL_LUNGO_OTTOCENTO-quot;_(VI%5E_Parte)_29714.html#.ZBbLcnbMKUk

https://www.internationalwebpost.org/contents/PASSEGGIATA_ARTISTICA_IN_ITALIA_ATTRAVERSO_-quot;IL_LUNGO_OTTOCENTO-quot;_(VII%5EParte)_29801.html#.ZB8Z-XbMKUk

https://www.internationalwebpost.org/contents/PASSEGGIATA_ARTISTICA_IN_ITALIA_ATTRAVERSO_-quot;IL_LUNGO_OTTOCENTO-quot;_(VIII%5EParte)_29878.html#.ZCljx3ZByUk

https://www.internationalwebpost.org/contents/PASSEGGIATA_ARTISTICA_IN_ITALIA_ATTRAVERSO_-quot;IL_LUNGO_OTTOCENTO-quot;_(IX%5E_Parte)_29964.html#.ZDLmsHZByUk

https://www.internationalwebpost.org/contents/PASSEGGIATA_ARTISTICA_IN_ITALIA_ATTRAVERSO_-quot;IL_LUNGO_OTTOCENTO-quot;_(X%5E_Parte)_30063.html#.ZDwTTnZByUk

https://www.internationalwebpost.org/contents/PASSEGGIATA_ARTISTICA_IN_ITALIA_ATTRAVERSO_-quot;IL_LUNGO_OTTOCENTO-quot;_(XI%5E_Parte)_30156.html#.ZEQl7nZByUk

https://www.internationalwebpost.org/contents/PASSEGGIATA_ARTISTICA_IN_ITALIA_ATTRAVERSO_-quot;IL_LUNGO_OTTOCENTO-quot;_(XII%5E_Parte)_30238.html#.ZE6XF3ZByUk

https://www.internationalwebpost.org/contents/PASSEGGIATA_ARTISTICA_IN_ITALIA_ATTRAVERSO_-quot;IL_LUNGO_OTTOCENTO-quot;_(XIII%5E_Parte)_30319.html#.ZFar4nZBzIU

https://www.internationalwebpost.org/contents/PASSEGGIATA_ARTISTICA_IN_ITALIA_ATTRAVERSO_-quot;IL_LUNGO_OTTOCENTO-quot;_(XIV%5E_Parte)_30407.html#.ZF_ChHZBzIU

https://www.internationalwebpost.org/contents/PASSEGGIATA_ARTISTICA_IN_ITALIA_ATTRAVERSO_-quot;IL_LUNGO_OTTOCENTO-quot;_(XV%5E_Parte)_30486.html#.ZGkBS3ZByUl

https://www.internationalwebpost.org/contents/PASSEGGIATA_ARTISTICA_IN_ITALIA_ATTRAVERSO_-quot;IL_LUNGO_OTTOCENTO-quot;_(XVI%5E_Parte)_30578.html#.ZHNJtnZByUk

https://www.internationalwebpost.org/contents/PASSEGGIATA_ARTISTICA_IN_ITALIA_ATTRAVERSO_-quot;IL_LUNGO_OTTOCENTO-quot;_(XVII%5E_Parte)_30670.html#.ZIWAAXZByUl

Data:

12 Giugno 2023