Traduci

PIETRE PREZIOSE ED ENERGIE CURATIVE

Le civiltà più antiche apprezzavano molto le pietre preziose, a parte per la loro bellezza, per le proprietà curative e riarmonizzanti che possedevano.

Questi affascinanti minerali, generati dagli elementi all’interno della Madre Terra, rimasti per milioni di anni al buio ed in isolamento, hanno subito via via un processo di pulizia e purificazione. Per questo sono particolarmente adatti ed indicati anche per la terapia sui nostri chakra. Utilizzati opportunamente, infatti, possono metterci in contatto con le energie più profonde, rigeneranti e tonificanti del nostro meraviglioso Pianeta.

Le pietre preziose hanno la capacità di attrarre ed incanalare le forze del cielo e della terra, irradiandole nel mondo. La loro struttura, costituita da cristalli geometrici, rispecchia i principi dell’ordine dell’Universo, consentendo al nostro corpo e alla nostra anima di ritrovare equilibrio e salute.

Quando indossiamo qualcuna di queste pietre, si verificano delle risonanze di vibrazioni. Queste ultime risvegliano quelle energie bloccate, sepolte o deviate che sono all’interno di noi, restituendole alla loro logica originaria. Ovviamente è necessario utilizzare le pietre conoscendone a fondo le caratteristiche e scegliendo quelle della migliore qualità, pure e limpide, in modo che esse irradino solo energia pulita. Essa poi si trasferirà, attivandosi, in noi. Per questo fondamentale motivo, le pietre prima di essere usate, devono essere sempre pulite. Oltre a diffondere energia, infatti, esse ne assorbono dall’ambiente, dal nostro corpo eterico e dal corpo stesso, saturandosi di energia “sporca”.

cms_31105/1.jpg

Dopo l’utilizzo, nel caso appaiano troppo scolorite o danneggiate, sarà bene restituirle alla Terra, affinchè essa provveda naturalmente a ricostituirne l’integrità energetica.

Per pulire le pietre preziose si utilizzano l’acqua e il sale marino. Si asciugano poi con un panno di fibra naturale. Le vibrazioni dell’acqua corrente purificano ed eliminano le eventuali negatività accumulate.

La pulizia ideale sarebbe quella realizzata mediante l’acqua corrente di un ruscello, ma se non si ha questa possibilità, si può utilizzare l’acqua del rubinetto. Altro metodo per purificarle è ricoprirle di sale marino per alcune ore. Il sale utilizzato, ovviamente, si dovrà gettare o restituire alla terra perché ormai energeticamente sporco.

Una volta pulite, le pietre verranno esposte al sole per ricaricarle di nuove energie positive.

Per la terapia sui chakra è possibile utilizzarle anche autonomamente, ma è consigliabile affidarsi ad un esperto preparato in materia. Il lavoro è assai delicato e confrontarsi con l’energia profonda di sé e dei minerali o altri oggetti presuppone studio, perizia, preparazione, tecnica specifica.

Quello che possiamo fare da soli, è indossare determinate pietre, o circondarcene laddove sostiamo più a lungo durante la nostra giornata.

Quello delle proprietà curative di questi minerali è un mondo estremamente affascinante, che ricorda un po’ favole e sortilegi dal sapore antico. In realtà rappresenta una delle tante, straordinarie risorse che Madre Natura ci mette a disposizione per l’amorevole cura di noi stessi, come i suoni o i colori di cui ho già parlato.

Incuriosirsi e cercare di conoscere sempre di più significa amarsi e imparare a rispettare l’Universo che ci ospita.

Autore:

Data:

6 Luglio 2023