Traduci

Pisapia: “Su Prodi candidato premier ci metterei la firma”

cms_6485/pisapia_giuliano.jpg“Se Prodi fosse disponibile a candidarsi a Palazzo Chigi ci metterei la firma, però mi sembra che lui non sia disponibile”. Lo ha detto Giuliano Pisapia a ’diMartedì’. “Noi – ha continuato – stiamo facendo un progetto che in questo momento, purtroppo, è alternativo al Pd perché la maggioranza del Pd non ci ha dato una risposta: quella di costruire insieme un nuovo centrosinistra. Non si può passare – ha aggiunto – da un’ora all’altra da Berlusconi a Pisapia”.

Trapani, il candidato sindaco: “Non votatemi al ballottaggio”

cms_6485/elezioni_comunali.jpgEnnesimo colpo di scena alle amministrative di Trapani. Il candidato a sindaco Girolamo Fazio, che con il 32 per cento ottenuto al primo turno andrà al ballottaggio con il candidato Pd, ha annunciato a sorpresa, durante una conferenza stampa che anche se eletto, rinuncerebbe all’incarico. Fazio a maggio era stato arrestato per corruzione nell’ambito dell’inchiesta ’Mare monstrum’. Ma pochi giorni fa era stato scarcerato. Ieri la Procura ha presentato ricorso chiedendo che Fazio, deputaato regionale sospeso, torni agli arresti domiciliari.

Annuncio la decisione irrevocabile di abbandonare la competizione elettorale“, ha detto Fazio ai giornalisti, annunciando anche le dimissioni dal seggio di Palazzo dei Normanni. Invita, quindi, gli elettori a non votarlo al ballottaggio. “Dirò ai miei amici elettori di non votarmi – dice -. E se verrò eletto non accetterò l’incarico”. Fazio ha poi spiegato: “Io ho la coscienza apposto, e non sono un corrotto“.

Scontro fra treni in Salento: 15 feriti

cms_6485/lecce_treni_vigilifuoco1.jpgCirca 15 passeggeri sono rimasti feriti in modo non grave nello scontro tra due treni in provincia di Lecce. La linea coinvolta è quella gestita dalle Ferrovie Sud-Est. I feriti hanno riportato contusioni ed escoriazioni. L’incidente è avvenuto all’uscita di Galugnano, frazione di San Donato di Lecce, sulla tratta tra il capoluogo salentino e Otranto. Una delle due littorine procedeva a bassa velocità e per questo anche i mezzi non hanno riportato grossi danni.

Sono sette i passeggeri feriti nell’incidente portati all’ospedale ’Vito Fazzi’ di Lecce, tutti non gravi. Si tratta di quattro donne, due uomini e un bambino (contusione lieve per quest’ultimo). Due sono stati portati al pronto soccorso con codice giallo (trauma contusivo toracico) e cinque con codice verde.

A bordo dei due treni c’erano complessivamente 80 passeggeri e, come reso noto dalla società, uno dei due convogli era fermo. L’incidente, secondo quanto riferisce la Asl del capoluogo salentino, è avvenuto su un tratto a binario unico.

I soccorritori hanno dovuto raggiungere a piedi il luogo dell’incidente, situato in una zona di difficile accesso per i mezzi, per poi riportare i feriti in stazione. Il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano è in costante contatto con l’amministratore delegato delle Ferrovie Sud-Est, Andrea Mentasti, che ha mandato sul posto i suoi collaboratori per accertare quanto accaduto.

Sull’incidente è stata aperta una inchiesta dalla Procura di Lecce. Sul posto si è recato il procuratore capo della Repubblica Leonardo Leone De Castris. Gli inquirenti stanno ascoltando alcuni testimoni. Il pm di turno ha disposto il sequestro delle scatole nere.

Autore:

Data:

14 Giugno 2017