Traduci

Progetto “Resto al sud”

Invitalia sostiene la nascita di nuove attività imprenditoriali da parte dei giovani under 35 residenti nelle regioni del Mezzogiorno promuovendo il progetto “Resto al sud”. Si tratta di agevolazioni promosse dal Ministro per la Coesione territoriale ed il Mezzogiorno, Claudio De Vincenti. “Le agevolazioni sono erogate in regime di de minimis e coprono il 100% delle spese. Consistono in un contributo a fondo perduto pari al 35% del programma di spesa e in un finanziamento bancario per il restante 65% concesso da un istituto di credito che aderisce alla convenzione tra Invitalia e ABI. Il finanziamento bancario è garantito dal Fondo di Garanzia per le Pmi e dovrà essere restituito in 8 anni, di cui due di preammortamento. E’ previsto inoltre un contributo che coprirà gli interessi. Gli interessi del finanziamento bancario sono coperti da un contributo in conto interessi, concesso da Invitalia”ciò è quanto si evince dal sito online di Invitalia.

cms_8207/2.jpg

Il progetto si rivolge ai giovani tra i 18 e i 35 anni residenti in Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia che non abbiano un rapporto di lavoro a tempo indeterminato e che non siano beneficiari di altre agevolazioni. Possono fare richiesta o i singoli giovani o gruppi di giovani che abbiano intenzione di costituire ditte individuali o società, anche cooperative. Sono interessati tutti i settori, ad eccezione delle libere professioni e del commercio. Il finanziamento si aggira dai 50.000 euro fino a un massimo di 200.000 euro; in questo modo, è possibile intervenire sui beni immobili, per l’acquisto di macchinari e attrezzature oppure di programmi e servizi informatici. Le spese, inoltre, servono ad avviare le attività. Consulenza e assistenza saranno offerte gratuitamente da enti accreditati presso Invitalia. In una intervista, il ministro De Vincenti ha rilasciato testuali parole: I progetti per incentivare l’occupazione nel Mezzogiorno sono già in stato avanzato prima della scadenza elettorale”.

Data:

18 Gennaio 2018