Traduci

Prostituzione, Droghe leggere, Nozze Omo e Eutanasia

Per Libertà” si intende il diritto di ogni individuo a pensare e ad agire in maniera autonoma, ma sempre nel pieno rispetto del prossimo e delle regole condivise in ogni società civile”, quindi la libertà individuale si ferma solo quando si mette in pericolo o si danneggia la libertà altrui. Ma analizzando questa definizione siamo proprio sicuri che in Italia le libertà individuali siano garantite?

cms_2596/prostitute.jpg

Prostituzione: libertà di disporre del proprio corpo. La prostituzione è il mestiere più vecchio del mondo, che non conosce crisi. Ne siamo a conoscenza già nell’antica Babilonia, per poi rincontrarla nel Medioevo dove era regolamentata, fino al 1958 quando la “legge Merlin” ne decretò l’abolizione e con la chiusura delle case di tolleranza gettò le prostitute per strada dandole in pasto alla criminalità organizzata. La solita ipocrisia italiana che preferisce chiudere un occhio piuttosto che prendersi le responsabilità.

cms_2596/prostitute_due.jpg

Legalizzare la prostituzione porterebbe diversi vantaggi, vediamo quali: migliorerebbe le condizioni di vita e di salute delle prostitute che non sarebbero costrette a vivere i pericoli del buio delle strade, si sottoporrebbero a controlli periodici sanitari, quindi prevenzione da tutte le malattie veneree a beneficio dei clienti che sono tanti. Farebbe entrare soldi nelle casse dello Stato attraverso le tasse. Attualmente ci sono settantamila prostitute e 9 milioni di clienti, un giro d’affari di circa 5 milioni di euro all’anno, soldi che finiscono nelle casse della criminalità. Che bella soddisfazione sarebbe dare uno smacco ai criminali che vivono sulle spalle e sulla pelle delle prostitute.

cms_2596/droghe.jpg

Droghe leggere: Libertà di comprare cannabis legalmente Droghe leggere si o no? La pericolosità della cannabis è inferiore a quella di altre “droghe legali” come alcol e sigarette. Nel 2014 il fumo ha provocato 80 mila morti in Italia e circa 20 mila all’anno sono le vittime di alcol, un numero certamente superiore ai decessi provocati dall’uso di cannabis. Bisogna dire che la cannabis è nociva a livello temporaneo per alcune funzioni cognitive (apprendimento e memoria a breve termine), sugli effetti permanenti i pareri sono discordanti. L’uso della cannabis non va incoraggiato, ma non è proibendolo che si scoraggia la gente a farne uso.

cms_2596/droghe_due.jpg

In Italia vi è un maggior consumo che in tutti i paesi dove l’uso è legale. Anche in questo caso si otterrebbero notevoli vantaggi legalizzandola, vediamo quali: la qualità venduta sarebbe controllata dalle autorità, inoltre darebbe un duro colpo alla criminalità organizzata che la controlla e ne ha pieno potere, e tassandone la vendita lo Stato otterrebbe ulteriori entrate, se controlliamo i capitali che muove l’uso di cannabis averne il controllo sarebbe appetibile per lo Stato.

cms_2596/images.jpg

Nozze omo: La libertà di amare a prescindere. Dopo secoli di lotte l’amore prevale in quasi tutto il mondo tranne l’ Italia che è un’eccezione, tutto ciò è incomprensibile. Le unioni tra due uomini o due donne consentirebbe di legalizzare il loro amore scambiandosi diritti e doveri: eredità, diritto di prendersi cura e prendere decisioni sulla salute reciproca, tutela in caso di separazione, possibilità di adozione e qui casca l’asino. ” I bambini devono avere un padre e una madre” ma se la nostra società è piena di esempi di coppie etero che sono pessimi genitori e poi sempre meglio avere due mamme o due papà che ti amano che nessuno.

cms_2596/eutanasia_Belgio_moratoria_sottoscrizioni.jpg

Eutanasia: Liberta di scegliere quando morire. L’eutanasia è un tema molto delicato e spesso dibattuto. Al malato terminale, consapevole, cosciente che esprime la propria volontà a porre fine alle atroci sofferenze, lo Stato dovrebbe riconoscergli la libertà di morire proprio come gli riconosce la libertà di vivere, evitando l’ agonia a se stesso e alla famiglia. Consentire e riconoscere il testamento biologico come un documento legale e vincolante sarebbe un grande passo avanti per la libertà individuale dell’essere umano.

Data:

18 Agosto 2015