Traduci

PUTIN : “SE ATTACCATI, RISPONDEREMO CON FERMEZZA”

cms_645/SERGEI_LAWROV-ucraina-lavrov-140415205528_medium.jpg“Gli Stati Uniti sono i registi degli sconvolgimenti politici in Ucraina e, se attaccati di nuovo, risponderemo con tutte le nostre forze”. E’ il commento di Sergei Lavrov, ministro degli Esteri di Putin, dopo che nella capitale Ucraina ha fatto visita il vicepresidente americano Joe Biden, promettendo il sostegno americano al governo filo-occidentale, e mandando un segnale di avvertimento alla Russia di non interferire nel paese. La crisi in Ucraina, entra nel suo quarto mese di caos. A est, i separatisti armati filo-russi hanno sequestrato circa una dozzina di edifici pubblici e stanno sfidando l’autorità di Kiev.

cms_645/Gas_Russo.jpg

Un ulteriore escalation potrebbe portare a sanzioni economiche dannose, e sollevando un ulteriore rischio di interruzione delle forniture di gas russo da cui dipende l’Europa.

cms_645/la_natos.jpgLa NATO afferma che la Russia ha inviato una forza di circa 40.000 truppe nel suo confine con l’Ucraina. Mosca invece risponde che alcune di queste truppe vi stazionano stabilmente nei confini, mentre altri sono stati distribuiti come precauzione per proteggere la madre Russia dall’ instabilità Ucraina.

cms_645/RUSSIA-UCRAINA_-_Putin_ferma_manovre.jpg

A tutto ciò, Putin giustifica il suo intervento in Crimea all’inizio di quest’anno dicendo che doveva difendere il popolo russo che vi abitano.

I GRUPPI ARMATI

cms_645/download.jpg

Lavrov , in una dichiarazione sottolinea che ,” gli Stati Uniti e il governo ad interim di Kiev hanno contribuito ad una interpretazione distorta di quanto realmente accade e soprattutto del famoso accordo internazionale, firmato a Ginevra la scorsa settimana , in base al quale i gruppi armati illegali in Ucraina devono essere disarmati e lasciare gli edifici occupati con la violenza” .Tutto questo, continua il ministro degli esteri di Putin “ il disarmo vale non solo per i separatisti filo – russi presenti ad est del paese, ma anche i gruppi di Kiev, di cui le proteste hanno contribuito a portare il nuovo governo ucraino al potere.

GLI AIUTI INTERNAZIONALI

cms_645/Unione-Europea.jpg

Il nuovo governo ucraino , che ha preso il potere dopo che il presidente Viktor Yanukovich ha abbandonato la capitale, sta cercando di rafforzare i legami con l’Europa dove sono stati promessi nell’ambito U.E. un pacchetto di aiuti al paese e ha esortato la Russia a frenare le milizie separatiste a est.

cms_645/obama.jpg“Abbiamo ottenuto l’appoggio degli Stati Uniti e dell’U.E. – affermano esponenti del nuovo governo ucraino -, che non ci lasceranno soli contro un aggressore vile e spregiudicato. Speriamo che in caso di aggressione russa , questo aiuto sarà più sostanziale “. Gli Stati Uniti e la NATO hanno chiarito che non interverranno militarmente in Ucraina . Ma il Pentagono ha approvato l’invio di circa 600 soldati da schierare ai confini in Polonia e nei tre Stati baltici per addestramento assicurano gli alleati della NATO .

cms_645/1_gazprom.jpgGigante russo del gas Gazprom, in un intervista ad una rete Russa, ha ribadito l’intenzione sospendere le forniture di gas all’Ucraina già dal mese prossimo a meno che Kiev non paghi i debiti. Tutto questo avrebbe un effetto a catena sulle forniture verso l’Europa , perché gran parte del gas viene fornito proprio dal colosso russo e passando attraverso il territorio ucraino . Ieri intanto, la Commissione europea avrebbe incontrato i ministri slovacchi e ucraini per discutere la minaccia di sospensione del gas a Kiev . Un’altra riunione tra la Commissione , l’Ucraina e la Russia è prevista per lunedi prossimo a Mosca .

GLI SCONTRI DELLE ULTIME ORE

cms_645/scontri-piazza-Maidan.jpg

Sull’intero territorio ucraino si combatte una guerra lontana dai riflettori. Il Presidente del governo Ucraino ha ordinato un’operazione militare contro i separatisti filo-russi nella parte orientale del paese, dopo che è stato trovato morto un politico locale del suo stesso partito con segni evidenti di tortura.

cms_645/OLEKSANDR.jpg“Chiedo la ripresa di efficaci misure antiterrorismo per proteggere i cittadini ucraini a est del paese”, ha detto Oleksandr Turchynov. E la ripresa c’è stata: l’esercito di Kiev è riuscito a «occupare tutte le località fortificate e i checkpoint» intorno a Sloviansk, «isolando la città completamente». Un attivista è morto e un altro è rimasto ferito durante l’attacco. Nel blitz dell’esercito ucraino, a Sloviansk, sono impiegati una ventina di elicotteri, di cui quattro sarebbero stati abbattuti, con un pilota morto e un altro catturato. Si segnalano anche maxi risse a Odessa, in Ucraina orientale, tra filorussi e filo Kiev. Il bilancio è per ora di un morto e una ventina di feriti. Secondo i tweet di partecipanti le vittime sarebbero addirittura tre, ma non vi sono conferme ufficiali. La polizia ha tentato inutilmente di interporsi tra i due schieramenti, che si sono affrontati a colpi di bastoni, lanci di pietre e molotov.

L’INCOGNITA ELEZIONI

cms_645/download_(1).jpg“Le elezioni presidenziali si avvicinano e la tensione sociale aumenta – ha dichiarato Valeriy Heletey, Capo della Guardia Nazionale Ucraina -. Tra l’annessione della Crimea e la crisi nel Sud-Est dell’Ucraina, a Lugansk e Donetsk, la situazione è molto tesa e noi lavoriamo a pieno ritmo per la sicurezza. Abbiamo programmato le esercitazioni per verificare che sia tutto pronto sul piano operativo e che i checkpoint funzionino”. Le elezioni si terranno il 25 maggio. Il governo ha evocato l’ipotesi di un sondaggio nazionale sulla possibilità di far adottare forme di autonomia per le regioni del Sud-est.

Data:

1 Giugno 2014