Traduci

PUTIN:”NEGOZIATI DI PACE A UN BINARIO MORTO”

Per Vladimir Putin i negoziati di pace con l’Ucraina sono bloccati a un “binario morto”, “siamo di nuovo tornati a una situazione senza uscita per noi tutti”, ha detto il presidente russo parlando alla conferenza stampa con il presidente bielorusso, Alexander Lukashenko.

cms_25623/1.jpg

Ribadendo che “non fermerà le operazioni militari” fino alla vittoria, Putin ha ripetuto che le denunce delle atrocità a Bucha sono “false”. “Vi sono state provocazioni in Siria, quando l’uso di armi di chimiche da parte del governo di Assad è stato inscenato, poi è venuto fuori che era un falso, come sono false le accuse a Bucha”, ha detto il presidente russo.

Quello che sta succedendo in Ucraina è una tragedia, ma la Russia non aveva scelta” ha dichiarato.

“E’ una tragedia, ma Alexander Lukashenko ha detto correttamente: non c’era scelta – ha affermato – Semplicemente non c’era scelta, l’unica domanda era quando sarebbe iniziato. Questo è tutto”.

cms_25623/2_1649830228.jpgRussia e Bielorussia dovrebbero rafforzare la loro integrazione per fare fronte comune contro le sanzioni dell’Occidente, ha detto Putin in conferenza stampa dopo l’incontro con il leader bielorusso. “Sono convinto che nella situazione attuale, in cui i Paesi occidentali hanno scatenato una guerra di sanzioni a tutto campo contro la Russia e la Bielorussia, è importante rafforzare la nostra integrazione nel quadro dell’Unione (tra i due Paesi, ndr). Siamo d’accordo con Alexander su questo”, ha affermato Putin.

Secondo il presidente russo la Bielorussia è “il posto giusto” per i negoziati tra Mosca e Kiev. “Vorrei esprimere la mia gratitudine ai nostri colleghi bielorussi per la buona organizzazione di diversi round negoziali sul loro territorio – ha dichiarato – È diventato possibile avviare un dialogo diretto con la parte ucraina in gran parte grazie agli sforzi personali del presidente Alexander Lukashenko. Riteniamo che la Bielorussia sia il posto giusto per ulteriori contatti”.

L’operazione militare speciale sta andando secondo i piani” ha poi ribadito, affermando che la Federazione russa vuole raggiungere tutti i suoi obiettivi in Ucraina, riducendo al minimo le perdite.

cms_25623/3.jpg

Il presidente russo si dice “convinto” che la Russia riuscirà a “raggiungere gli obiettivi” che si è prefissata in Ucraina “senza dubbio”. “Sarà così, non ci sono dubbi”, ha sottolineato – riferendosi alle operazioni di guerra – durante una visita ad una base spaziale, definendo “gli obiettivi” russi, “comprensibili e nobili”. Putin ha quindi fatto presente che in occasione del suo primo discorso sull’invasione dell’Ucraina aveva indicato come obiettivo quello di “aiutare la gente del Donbass”.

cms_25623/4.jpg

“Sappiamo che le nostre forze stanno partecipando ad un’operazione militare speciale”, ha affermato, usando la definizione che Mosca dà dell’invasione dell’Ucraina: “Nel Donbass, in Ucraina, portando appoggio alle repubbliche popolari” (le autoproclamate Repubbliche di Donetsk e Luhansk). Le forze russe, ha aggiunto “agiscono con coraggio, in maniera competente ed efficiente”.

Con questa operazione, ha poi sostenuto, i russi “adottano misure” atte a garantire la propria sicurezza. “Ovviamente non avevamo altre opzioni, si tratta della decisione corretta“, ha detto, secondo quanto riporta l’agenzia di stampa Russa Interfax. Putin ha escluso poi il rischio che la Russia “si isoli dal mondo”, qualcosa di “impossibile” a suo giudizio. Dopo aver insistito a più riprese sul fatto che l’invasione dell’Ucraina è stata dettata dalla necessità di proteggere la popolazione russofona dell’est del paese Putin ha infine definito “assolutamente corretta” la scelta di tentare l’occupazione dell’intera Ucraina.

(fonte AdnKronos – foto dal web)

Data:

13 Aprile 2022