Headlines

Traduci

QATAR: L’EUROPA TROVA UN NUOVO FORNITORE DI GAS

cms_28765/0.jpgUn nuovo competitor si appresta a invadere il mercato dell’energia rompendo gli equilibri mondiali: il Qatar. Il paese della penisola araba si presenta come nuova alternativa da cui poter acquistare energia, imponendosi come diretto concorrente della Russia.

In questo periodo di incertezza, data soprattutto dallo scoppio del conflitto russo-ucraino e dalla mancanza di rifornimenti di gas verso il Vecchio Continente, l’Europa ha finalmente trovato una vera alternativa al gas russo e alla lievitazione dei prezzi.

Il Qatar ha enormi riserve di gas e può permettersi di vendere il combustibile ad un prezzo inferiore; così facendo irrompe nel mercato e nel giro di pochi mesi può diventare il maggior fornitore dell’Europa.

L’esportazione di gas del Qatar non è rivolta solo all’Europa, ma anche al continente asiatico, più precisamente alla Cina.

Infatti recentemente si sono intensificati i rapporti commerciali tra i due Stati, e la Cina, dato anche il prezzo estremamente competitivo, ha deciso di dirottare i suoi approvigionamenti di combustibile verso il medioriente snobbando la vicina Russia e siglando un accordo per i prossimi 27 anni che porterà a quattro milioni di tonnellate di gas naturale liquefatto all’anno.

cms_28765/foto_1.jpg

Investendo nelle infrastrutture, il Qatar ha costruito quattro stabilimenti di produzione ed esportazione con l’obiettivo di aumentare il volume di estrazione e costruire altri due terminali entro il 2026.

Nel corso dei prossimi dieci anni si punta a raggiungere le 126 milioni di tonnellate di gas estratto, potendo contare già da ora su un fatturato di 9,2 miliardi di dollari registrato nell’ultimo periodo.

Il governo, pertanto, ha deciso di creare una società specializzata nel settore energetico, la QatarEnergy, attraverso la quale sta investendo in tutto il mondo, ad esempio in Brasile, Angola e Sudafrica.

La società ha concluso recentemente con la Germania un accordo inerente la fornitura di gas per i prossimi 15 anni a partire dal 2026, garantendo due milioni di tonnellate di gas all’anno.

cms_28765/foto_2.jpg

QatarEnergy ha puntato anche a siglare una partnership commerciale con l’Italia, sugellata a giugno con l’accordo intercorso con Eni per l’espansione del progetto North Field East, di cui QatarEnergy avrà una quota del 75% e Eni una quota del 25%.

Attraverso questo nuovo progetto, con un investimento pari a 29 miliardi di dollari, dal 2025, si avrà un’esportazione dal Qatar di gas naturale di 110 Mtpa e una riduzione dell’impatto di anidride carbonica. Detto progetto è in procinto di ampliarsi con la recente collaborazione conclusa da QatarEnergy con la società francese TotalEnergies.

Autore:

Data:

19 Dicembre 2022