Traduci

QUANDO SI CELEBRA LA GIORNATA MONDIALE DELLA POESIA ?- I dettagli dell’edizione 2024

La Giornata Mondiale della Poesia, nasce nel 1999. Il suo scopo è quello di supportare e incoraggiare la scrittura poetica ma non solo; anche la lettura e la pubblicazione dei versi poetici svolgono un ruolo fondamentale. Ne è incentivato anche l’insegnamento, in tutti i paesi del mondo. La giornata della poesia viene celebrata ogni anno: il 21 marzo.

cms_33969/0.jpg

Cos’è e perché si festeggia ?

La Giornata Mondiale della poesia viene indetta per la prima volta dall’Unesco nel 1999, riunitasi per la 30esima Conferenza generale, a Parigi. Nella dichiarazione è chiara l’esigenza di “dare nuovo riconoscimento e slancio ai movimenti poetici nazionali, regionali e internazionali”.

La promozione della cultura è rivolta a tutti e non più riservata solo ai “circoli letterari”. Questo è un punto cardine dell’istituzione, che ne rende la funzione estremamente educativa e alla portata di ognuno.

Da questo la voglia di festeggiare la poesia ogni anno.

Le iniziative sul territorio e nella natura, tra realtà e versi “bucolici” non solo il 21 marzo

In tutto il mondo si cantano versi “bucolici” e su iniziativa di chi si è sempre impegnato per la promozione della poesia, si svolgono varie iniziative; soprattutto nei parchi. La poesia si fonde con la natura, da sempre ispiratrice dei poeti, creatori di versi.

cms_33969/1.jpg

In questo 2024, tra le iniziative organizzate troviamo: la Giornata indetta al Parco della Cellulosa di Roma, struttura importante del Comune di Roma. Ma per goderne si dovrà aspettare il 23 marzo, alle ore 17:30 , è prevista la partecipazione di tanti ospiti internazionali.

Per chi non volesse attendere il 22 marzo, vi è un’altra giornata dedicata ai poeti, stavolta a porte chiuse, alla libreria PellicanoLibri di via Gattico, 3.

cms_33969/2_1710736803.jpgTreccani per l’occasione ad un grande della letteratura italiana rende omaggio voce regina del 900: Umberto Saba.

Nato a Trieste nell’83 e morto a Gorizia nel 1957.

A ricordarlo sarà lo scrittore Mauro Covacich che dedicherà una lezione show a Saba, autore del noto romanzo Ernesto, porta-voce e narratore indiscusso di sentimenti.

L’evento si terrà il 21 marzo a Roma, alle ore 18:00 presso la sala Igea dell’Istituto della Enciclopedia Italiana in Piazza della Enciclopedia Italiana 4. L’iniziativa è ad ingresso libero, fino a esaurimento posti.

cms_33969/3.jpgAd uscirne fuori è un risultato quasi musicale capace di connettere il proprio spirito a quello universale.

La trasformazione in versi è il risultato di questa magia.

Buon proseguimento cari “poeti” e non.

Per chi non lo fosse, non lo sia o semplicemente non lo sappia ancora, l’augurio è quello farsi attraversare da questa magia e dalla bellezza, in grado ancora di emozionare come poco altro al mondo.

Data:

18 Marzo 2024