Traduci

RAID ISRAELIANI A RAFAT,KHAN YOUNIS E BUREIJ

E’ di almeno 25 morti il bilancio di nuovi raid israeliani sulla Striscia di Gaza. Fonti sanitarie citate dall’agenzia di stampa palestinese Wafa hanno riferito che undici delle vittime appartenevano a due famiglie e sono state colpite in un quartiere settentrionale di Rafah.

Altre 8 otto persone sono morte a Khan Younis in un attacco contro il quartier generale della Difesa civile della città nel sud della Striscia. Quattro vittime si contano invece in un bombardamento del campo profughi di Bureij, nella parte centrale di Gaza, mentre due persone sono rimaste uccise negli attacchi a Gaza City.

Dal 7 ottobre sono 24.285 le vittime palestinesi delle operazioni militari israeliane, 158 dei quali solo nelle ultime 24 ore, riferisce il ministero della Salute della Striscia di Gaza. I feriti sono 61.154, 320 dei quali nelle ultime 24 ore. “Molte vittime restano sotto le macerie e nelle strade, ambulanze e personale della difesa civile non riescono a raggiungerle”, scrive.

50 razzi da Gaza contro sud Israele

Più di 50 razzi sono stati lanciati dalla Striscia di Gaza in direzione di Netivot e delle aree limitrofe nel sud di Israele. Lo riporta il Times of Israel, citando le autorità locali. Non vengono segnalate vittime. Secondo il giornale si tratterebbe dell’attacco con razzi più massiccio da Gaza contro Israele da diverse settimane.

Idf: “Trovati 100 lanciarazzi a Beit Lahia”

Le Forze di difesa israeliane hanno intanto reso noto di aver trovato cento lanciarazzi e di aver ucciso decine di militanti di Hamas in un’operazione intorno alla città di Beit Lahia, nel nord della Striscia. “Durante l’attività delle Idf – si legge in una nota – le truppe hanno localizzato circa installazioni per i razzi e 60 razzi pronti all’uso. Le truppe hanno ucciso decine di terroristi” nell’operazione.

Data:

16 Gennaio 2024