Traduci

READY TO GO…IT’S SUMMER SALES TIME! – Smart wishlist 2024

Con un’estate altalenante, ancora non pervenuta per le Regioni del nord Italia, è arrivato il momento più atteso per tutte le shopping lovers, quello dei saldi. I saldi estivi 2024 saranno una vera corsa ad ostacoli per chi aveva messo in previsione di rifarsi il guardaroba prima di partire per le vacanze e il perché è presto detto: questa “non estate” ha messo a dura prova i commercianti che difficilmente porteranno a sconto i capi imprescindibili dello shopping estivo: capi in lino e in cotone sangallo,  bermuda,  gilet (entrambi must have di stagione), costumi da bagno, abbigliamento da spiaggia, cappelli e borse in rafia,  sandali con zeppa in corda. Quest’anno fare degli affari sarà davvero dura, almeno nella prima parte dei saldi, di conseguenza optare per capi meno estivi e timeless come un trench, un parka leggero in tessuto cerato, una biker jacket, un giubbino di jeans, un tailleur pantalone, una camicia (meglio se con fiocco must have del prossimo inverno), delle décolleté, un mocassino e una ballerina (che continueranno ad essere presenti nella prossima stagione) potrebbe essere un buon compromesso tra risparmio e pezzi chiave per affrontare il prossimo inverno. Ma se i sogni son desideri e sognare non costa nulla ecco a voi una smart wishlist di capi ed accessori cool e meno ordinari che, se riuscirete a trovare in tempo di saldi, potrete considerarvi delle fashion addicted davvero fortunate.

La data d’inizio è il primo sabato di luglio (sei luglio) e sarà comune per tutte le Regioni, ma non altrettanto la data di fine saldi, di seguito il calendario Regione per Regione:

Abruzzo dal 6 luglio per sessanta giorni

Basilicata dal6 luglio al 4 settembre

Calabria dal 6 luglio per sessanta giorni

Campania dal 6 luglio per sessanta giorni

Emilia Romagna dal 6 luglio per sessanta giorni

Friuli Venezia Giulia dal 6 luglio per sessanta giorni

Lazio dal 6 luglio per sei settimane

Liguria dal 6 luglio al 19 agosto

Lombardia dal 6 luglio per sessanta giorni

Marche dal6 luglio al 1 settembre

Molise dal 6 luglio per sessanta giorni

Piemonte dal 6 luglio al 31 agosto

Puglia dal 6 luglio al 15 settembre

Sardegna dal 6 luglio per sessanta giorni

Sicilia dal 6 luglio al 15 settembre

Toscana dal 6 luglio per sessanta giorni

Umbria dal 6 luglio per sessanta giorni

Valle d’Aosta dal 6 luglio al 30 settembre

Veneto dal 6 luglio al 31 agosto

Trento e Provincia per sessanta giorni dove i commercianti determinano liberamente i periodi in cui effettuare i saldi

In Alto Adige il regolamento è diverso in base al distretto in cui ci si trova

Partiamo da due must have di stagione come il gilet e il bermuda (quelli con le pinces sono i più cool) dal taglio sartoriale. Il trend li vuole come sostituti del classico tailleur da indossare in città per chi lavorerà in ufficio anche durante l’estate. Per le occasioni più informali lo styling che vedete in foto è perfetto, entrambi potranno essere indossati anche in autunno con l’ausilio di un bel paio di stivali e un blazer oversize. Sa va sans dire che se volete prolungarne la loro vita sono sconsigliati tessuti come il lino e colori particolarmente identificati con la stagione estiva.

L’abito, mini o midi, dalla linea ad A che strizza l’occhio agli anni ’60 è diventato il perfetto sostituto del più classico e più ordinario tubino. Se scelto in tinta unita e in un tessuto seasonless può agevolmente diventare un classico del guardaroba e grazie alla sua propensione per le stratificazioni e all’indosso con un bel paio di stivali avrà infinite vite. Rispetto al tubino, ha un plus non trascurabile: è un capo democratico adattandosi, con piccole accortezze, a tutte le body shape.

Il corsetto è stato il protagonista di tutte le collezioni primavera-estate, ma anche il prossimo autunno-inverno la farà da padrone. Oggi si porta a pelle, domani sopra una camicia con fiocco o come inedito sottogiacca.

La maglia a polo a maniche corte in maglia (mi raccomando non la classica polo in cotone) ha sostituito la t-shirt nel guardaroba estivo e non averne, almeno una, nel proprio guardaroba sarebbe passibile del ritiro del titolo di fashion adicted. In questa foto lo styling è pura tendenza: c’è la maglia a polo a maniche corte in maglia, ma anche un altro must have di stagione per vere intenditrici: la skirt ibrida per identità e tessuto. Una mini in paillettes che si allunga con uno strato di voile a diventare una midi. Un’alternativa cool per scoprire, ma con classe, le gambe. La skirt ibrida viene avvistata sulla passerella della maison Prada ed è stato subito trend mania tra le fashion addicted più attente a captare i capo di nicchia che difficilmente vedremo nello street style.

Il ritorno della bubble skirt ha diviso gli animi: c’è chi la odia e chi non vedeva l’ora che la gonna a palloncino facesse il suo ritorno. Per quest’estate il mood bubble non è solo appannaggio delle gonne, ma anche gli abiti e le maniche ne sono interessate. La gonna a palloncino si indossa con le ballerine, ma anche con un bel paio di sandali gioiello, con un crop top, ma anche con una maglia a polo. Un capo versatile che però non sta bene a tutte e che bisogna saper ben calibrare con uno styling confidente con proporzioni e bodyshape.

Nonostante le ballerine siano uno di quegli accessori fortemente divisivi, le ballerine, con buona pace dei detrattori, quest’anno la moda ne ha riconosciuto il suo valore. Le ballerine della maison Alaia, ma anche le tante imitazioni, in mesh, cinturino e cristalli sono state le calzature più viste ai piedi delle trendsetter di mezzo mondo. Sono il modello di scarpe perfetto da mettere in valigia perché confidente con qualsiasi outfit, occupano poco spazio e continueranno ad accompagnarci per il rientro in città e per tutto l’autunno.

Come le ballerine di Alaia, anche i sandali Chypre della maison Hermes hanno fatto furore contribuendo alla nascita di tantissimi cloni. Anche i sandali flat, come le ballerine, sono estremamente versatili e perfetti da portare in vacanza. Per le più tradizionaliste i sandali Oran, sempre della maison francese, continuano ad essere una buona soluzione, anche se meno sul pezzo dei Chypre e, dettaglio non trascurabile, questi modelli di sandali hanno quell’allure che un paio di Birkenstock possono solo sognarsi…qualcuno doveva pur dirlo!

Da consulente d’immagine mi preme ricordarvi quello che dico sempre quando accompagno qualcuno a fare shopping: uno shopping proficuo si fa, per l’ottanta per cento con la testa e per il venti per cento con il cuore… ahimè più facile a dirsi che a farsi! Partite sempre dal rimpinguare o sostituire i pilastri del vostro guardaroba: scarpe, borse, capispalla ed accessori, per poi pensare a pantaloni, gonne ed abiti, per finire alle camicie e alle t-shirt. Se il budget è limitato focalizzatevi sui pilastri, più saranno di alta qualità e perfetti per la vostra body shape, più i vostri outfit appariranno elevati. Ma se il vostro budget vi lascia lo spazio per il venti per cento di cuore, il mio consiglio, anche con un occhio alle tendenze per il prossimo inverno, è quello di acquistare un capo con stampa animalier, un capo o un accessorio con le frange, paillettes, cardigan, un capo in pelle e in denim couture.

Autore:

Data:

6 Luglio 2024

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *