Traduci

Renzi: “Su durata governo non decido io”

“Dal 10 al 12 marzo con gli amici che sosterranno la mozione congressuale ci vedremo a Torino, al Lingotto. Nel luogo dove nacque il Pd a fare… il tagliando a quell’idea di quasi dieci anni fa”. Lo scrive Matteo Renzi nella enews. “Ma anche a fare le pulci all’azione di governo di questi tre anni per costruire il prossimo programma. Cosa ha funzionato, cosa no. Cosa dobbiamo fare meglio, oggi e domani. Una discussione vera, senza rete. Su ambiente, cultura, scuola, lavoro, università, sanità, infrastrutture, tasse, giustizia e l’elenco potrebbe continuare a lungo. Venite al Lingotto, se potete”, aggiunge Renzi. A proposito della “durata del Governo, altro argomento che ha appassionato per tante settimane gli addetti ai lavori, ma che non mi riguarda, non decido io. Decide il premier, i suoi ministri, la sua maggioranza parlamentare. E vediamo se almeno su questo possiamo finalmente smettere di discutere”. “Ora è tempo di rimettersi in cammino. Come mi ha scritto stamani il mio amico Gennaro: è tempo di ricucire il futuro. Facciamolo insieme!”.

L’ufficio stampa del Pd, poi, smentisce ricostruzioni e virgolettati attribuiti al segretario, uscite questa mattina sui giornali.In particolare, è destituita di ogni fondamento l’ipotesi che Renzi resterebbe in questa fase “reggente” del Pd.

Pd, Emiliano-Speranza-Rossi

cms_5555/Partitodemocratico_fg.jpg“Sabato mattina, saremo tutti assieme al Teatro Vittoria, con l’obiettivo di costruire un’azione politica comune, per rivolgere un appello a tutti i nostri militanti e attivisti e per impedire una deriva dagli sviluppi irreparabili“. E’ quanto si legge in una dichiarazione congiunta di Roberto Speranza, Michele Emiliano e Enrico Rossi.

“Il Pd non può smarrire la sua natura di partito del centrosinistra, che trova le sue ragioni fondative nel principio dell’uguaglianza e nei valori della Costituzione“. “La nostra posizione è chiara: congresso in autunno e voto nel 2018” dice Roberto Speranza al termine di una lunga riunione dei deputati della minoranza dem. Nell’incontro si è deciso di partecipare all’assemblea di domenica: “Ci andremo”, dice Pier Luigi Bersani. Novità? chiedono i cronisti: “Al momento no, vediamo come finisce la giornata”, risponde l’ex-segretario.

Autore:

Data:

16 Febbraio 2017