Traduci

ROMA: THE CORNER

Una fra le cose più piacevoli della nostra professione è quella di andare in giro per locali alla ricerca di personaggi pubblici. Oltre che assaporare la gioia di conoscere gente nuova, scoprire i loro caratteri e averli “vis à vis” a pochi centimetri di distanza, vi è anche il piacere di farsi sorprendere dai luoghi nei quali possa avvenire l’incontro. Un cronista con la faccia tosta come la mia, spera sempre di avere nuove opportunità, di frequentare posti dove, facilmente, poter incontrare più persone che difficilmente riusciresti a mettere insieme. Come certamente saprete i personaggi della “high society” sono soliti frequentare locali e ristoranti dove, in qualche maniera, venga rispettata la loro privacy.

cms_1450/insegna.jpg

Sono a Roma e su segnalazione di un amico fotoreporter mi porto al nuovo “tempio” delle star: “THE CORNER”in viale Aventino. Una antica villa liberty, affogata nel verde, ristrutturata e riadattata per trascorrere piacevolmente pochi minuti o diverse ore. Il piacere di ritrovarsi in un’atmosfera magica degna della Felliniana ”dolce vita romana”. Indescrivibili le soluzioni e le possibilità offerte al cliente. Dall’aperitivo da sorseggiare nel lounge garden, delizioso e raffinato, al pranzo o cena nel ristorante con tetto apribile, curata dallo chef stellato Fabio Baldassarre.

cms_1450/corner_roma.jpg

Anche il dopo cena, da trascorrere nel Club, potrebbe offrirvi delle sensazioni particolari grazie all’ambientazione very british con tappezzeria regimental e grande camino. Il tutto supportato da ottima musica d’ascolto. Un servizio veramente inappuntabile e la massima disponibilità del personale, accontenta qualsiasi richiesta faccia un cliente anche se occasionale. Mi ha colpito, in particolar modo, la zona bistrot, molto trendy, che non trascura la possibilità di consumare un pasto veloce del genere “street food“che piace tanto ai giovani.

cms_1450/The-Corner-Roma-camera-640x489.jpg

Essendo curioso come un gatto, la mia professione me lo impone, ho chiesto di farmi visionare la zona hotel boutique. Mi hanno accompagnato per mostrarmi ben undici camere, incantevoli nei minimi particolari, tutte diverse l’una dall’altra, curate con ricercatezza da l’architetto Danilo Maglio. Come giustamente descrive la brochure, trattasi di una commistione di colori, stili, epoche e ambientazione che ben si sposano con il fattore più importante che il posto possa offrire: l’ospitalità!

cms_1450/lounge_garden.jpg

Durante il mio soggiorno romano e relativa colazione di lavoro, ho intervistato sulla terrazza del “the corner, un celeberrimo personaggio femminile del cinema italiano. Mentre sfaccendavo con il mini registratore, ho letto negli occhi del “personaggio” in questione, una sensazione di felicità, certamente dovuta all’eleganza della location. Dopo l’intervista, nell’andar via, personalmente, ho provato un senso “d’innamoramento”. Ancora oggi, non ho ben capito se avessi preso una sbandata per l’attrice o per il luogo dell’incontro. Trascorrere qualche ora in un posto così bello e particolare, mi ha permesso di fermare il tempo riportandomi al lontano 1953 epoca del film “Vacanze romane” con Gregory Peck e Audrey Hepbum.Un vero e proprio “ amarcord”.

The Corner… seducente come un set cinematografico…ve lo consiglio!

Data:

15 Novembre 2014