Traduci

“She Devil Remix Show” at Pecci Contemporary Center

cms_9873/00.jpg

On show at Centro Pecci from 26 July to 20 September, SHE DEVIL Remix, is a selection of the video review SHE DEVIL , in its tenth edition this year. The project started in 2006 and is the brainchild of Stefania Miscetti, director of the Cultural Association Mantellate – Studio Stefania Miscetti in Rome, who invited Italian and international artists and curators to take part in a survey, carried out annually, on female identity read through the language of video.

cms_9873/1.jpg

Characterised by transversality, a variety of viewpoints and use of the moving image alternating between documentaries and genuine artists’ films, the review presents the best of the international scene over the years, from Europe to the Americas, and from Africa to Asia, bringing together well-known authors as well as newcomers and offering an open platform where even very different paths of investigation of female representation are compared from both an artistic and curatorial perspective.

cms_9873/2.jpg

The title of the review, SHE DEVIL was taken from a Marvel heroine and the famous film by Susan Seidelman from 1989, and ironically alludes to the diabolical and bizzare spirit with which the artistic experience investigates and passes through daily life, often proposing an unexpected subversion.

cms_9873/4.jpg

The videos presented at Centro Pecci represent a sort of “best of” of the review, selected by Cristiana Perrella, who celebrates the continuity, consistency and freshness of a research path that, over ten years, has kept the attention on topics that now seem more relevant than ever such as female identity, the body as place of representation and significance, the abuse of power against women, and personal experience which rises to a universal dimension.

cms_9873/5.jpg

SHE DEVIL has been presented over the years at various museums such as MNAC, National Museum of Contemporary Art, Bucarest, (2009), Macro, Rome, (2012), National Gallery of Art, Vilnius (2017), and Calcografia Nazionale, Rome (2018).

cms_9873/italfahne.jpgMostre in corso a Prato (Toscana)

“She Devil Remix Show” al Centro Contemporaneo Pecci

Presentata al Centro Pecci dal 26 luglio al 20 settembre, SHE DEVIL Remix, è una selezione di video dalla rassegna SHE DEVIL, giunta quest’anno alla sua decima edizione. Il progetto nasce nel 2006 da un’idea di Stefania Miscetti, direttrice dell’Associazione Culturale Mantellate – Studio Stefania Miscetti a Roma, che ha coinvolto artiste e curatrici italiane e internazionali per un’indagine con cadenza annuale sul tema dell’identità femminile letta attraverso il linguaggio video. Caratterizzata dalla trasversalità e dalla pluralità di punti di vista e da un uso dell’immagine in movimento che alterna forme documentarie a veri e propri film d’artista, la rassegna ha presentato negli anni il meglio della scena internazionale, dall’Europa alle Americhe, dall’Africa all’Asia, mettendo insieme autrici molto note ed esordienti e offrendosi come piattaforma aperta in cui si confrontano percorsi di indagine sulla rappresentazione del femminile anche molto diversi, sia dal punto di vista artistico che curatoriale.

Il titolo della rassegna, SHE DEVIL è preso a prestito da un’eroina della Marvel e dal celebre film del 1989 di Susan Seidelman, e vuole alludere in modo ironico allo spirito diabolico e bizzarro con cui l’esperienza artistica femminile indaga e attraversa il quotidiano, proponendone spesso un sovvertimento imprevisto. I video presentati al Centro Pecci costituiscono una sorta di “best of” della rassegna, selezionato da Cristiana Perrella, che celebra continuità, coerenza e freschezza di un percorso di ricerca che, nel corso di dieci anni, ha tenuto viva l’attenzione su temi che appaiono oggi più che mai attuali come l’identità femminile, il corpo come luogo di rappresentazione e significato, l’abuso di potere nei confronti delle donne, l’esperienza personale che assurge a dimensione universale. SHE DEVIL è stata presentata negli anni in vari musei come MNAC, Museo Nazionale d’Arte Contemporanea, Bucarest, (2009), Macro, Roma, (2012), Galeria Nazionale d’Arte, Vilnius (2017), Calcografia Nazionale, Roma (2018).

Data:

3 Agosto 2018