Traduci

SI DIMETTE MINISTRO AUSTRALIANO

Galeotta fu la fuga e chi la compì. Don Harwin si è dimesso dalla sua carica dopo aver violato la quarantena per recarsi presso la sua casa delle vacanze. Come stabilito dalle norme per il contenimento del coronavirus, è stato sottoposto ad una sanzione pecuniaria pari a mille dollari australiani (circa 600 euro). La notizia fa scalpore perché Don Harwin è ministro della Cultura del Nuovo Galles, nonché ministro della Pubblica amministrazione, delle Relazioni industriali, dei Rapporti con gli aborigeni e delle Attività culturali. Questo episodio, inoltre, si verifica proprio quando il Paese del Commonwealth registra più di 6 mila contagiati e quasi 60 morti a causa dell’epidemia.

cms_17015/Foto_1.jpg

Tutto questo, come prevedibile, non è stato preso per niente bene dalle cariche australiane, come riporta il quotidiano The Indipendent. “Nessuno è al di sopra della legge” tuona Mick Fuller, capo delle forze dell’ordine del Nuovo Galles del Sud, biasimando fortemente la condotta del ministro. Intanto Gladys Berejiklian, premier, ha accettato le dimissioni: “Ringrazio Harwin per tutto il lavoro svolto finora ma, contestualmente, devo ricordargli che le regole in vigore si applicano a tutti, indistintamente”.

Harwin aveva provato a “salvarsi in calcio d’angolo”: aveva provato a giustificarsi con le autorità dicendo di essersi messo in viaggio prima che nel Paese scattasse il lockdown. Resosi conto di star aggravando la sua posizione, aveva ritrattato. Per rimediare alla grave leggerezza giunte dunque le sue dimissioni: l’ex ministro rende noto il suo abbandono del mandato governativo dichiarando di non voler distogliere con le sue “vicissitudini personali” le attività volte al contenimento del virus.

cms_17015/Foto_2.jpg

Lo scivolone è clamoroso, soprattutto in virtù della legge emanata pochi giorni fa: tutte le spiagge australiane rimarranno chiuse fino a data da destinarsi. Anche quella più famosa, la Sydney Bondi. Un’area identificata come focolaio di nuovi casi, principalmente coloro che erano fuori e che, rientrando, alloggiano nelle case al mare.

Gladys Berejiklian, intercettata da vari quotidiani, ringrazia i suoi concittadini per i sacrifici compiuti sinora, rimarcando il fatto che solo così “potremo togliere al virus altre vite”.

Data:

11 Aprile 2020