Traduci

Somalia, autobomba a Mogadiscio: è strage

Somalia, autobomba a Mogadiscio: è strage

cms_15468/somalia_autobomba_afp.jpg

E’ salito a un centinaio di morti il bilancio delle vittime dell’attentato di questa mattina a Mogadiscio con un camion bomba. Lo ha riferito l’ufficiale di polizia, Ahmed Bashane, secondo cui “adesso abbiamo quasi 100 morti in questo terribile attacco”. I feriti sarebbero decine.

Intanto i media ufficiali turchi confermano che ci sono due cittadini della Turchia tra le vittime dell’attentato. “La maggior parte delle vittime erano studenti universitari innocenti e civili”, ha detto il sindaco della capitale, Omar Mohamud Mohamed, mentre un testimone, Mohamed Abdi Hakim, ha raccontato di aver visto “molti cadaveri a terra, alcuni dei morti sono ufficiali di polizia, ma molti sono studenti”.

Secondo la ricostruzione del portavoce del governo, Ismael Mukhtar Omar, un attentatore suicida al volante di un’autobomba sarebbe entrato in azione vicino a un checkpoint lungo Afgoye Road alla periferia di Mogadiscio.

“L’unico obiettivo perseguito dai terroristi nel nostro Paese è di uccidere gente innocente in modo indiscriminato”, ha detto il presidente somalo Mohamed Abdullahi Farmajo, che dopo l’attentato ha esortato il Paese a essere unito davanti “al nemico della dignità umana”.

L’attacco non è stato ancora rivendicato, ma “il modus operandi appare assolutamente compatibile con quello degli al Shabab e obiettivo dell’attentato potrebbe essere stato un gruppo di ingegneri turchi che si trovava nei pressi del luogo dell’esplosione”. Lo dicono all’Adnkronos fonti locali, secondo cui il team si trovava in zona per lavori legati alla costruzione di una strada nei pressi del checkpoint dove è saltato in aria il camion bomba.

“Le società turche lavorano per la ricostruzione della Somalia e tutto quello che è legato alla ricostruzione dà fastidio a chi il Paese lo vuole distruggere”, osservano le fonti, spiegando che spesso dietro agli attacchi dei miliziani islamici degli al Shabab ci sono anche “motivazioni economiche: colpiscono con azioni spettacolari anche chi rifiuta le loro richieste di denaro”.

Tra le vittime dell’attacco – avvenuto nel giorno in cui è stato approvato alla camera bassa del Parlamento il ddl sulla legge elettorale in vista delle elezioni del prossimo anno – ci sono anche molti studenti dell’università Benadir, che esattamente 10 anni fa, il 3 dicembre del 2009, furono obiettivo di un attentato durante la cerimonia di laurea. All’epoca rimasero uccise 22 persone, tra cui tre ministri.

“Il popolo somalo ha una resilienza notevole, ma ha provocato grande emozione il fatto che siano morti così tanti giovani, così tanti studenti, che rappresentavano il futuro del Paese, la futura classe dirigente”, hanno sottolineato le fonti. Quanto alla forza degli al Shabab, a Mogadiscio si sottolinea come, per quanto sia “difficile dirlo in una giornata come questa, gli ultimi sei mesi abbiano prodotto risultati importanti nella lotta al terrorismo, grazie al rafforzamento delle misure di sicurezza ed ai progressi nella ricostruzione delle istituzioni”.

New York, attacco con machete in casa di un rabbino

cms_15468/polizia_usa_nastro_afp.jpg

Una persona è entrata in casa di un rabbino a Monsey, nello Stato di New York, ed ha accoltellato con un machete cinque persone durante la settima giornata delle celebrazioni di Hannukah. I feriti, di cui due sono in condizioni gravi, sono stati trasferiti negli ospedali. Sarebbero tutti ebrei chassidisti. Secondo alcuni media statunitensi un sospetto sarebbe stato arrestato dalla polizia di New York.

L’attacco sarebbe avvenuto intorno alle 22, ora locale. “Una delle vittime è stata pugnalata almeno sei volte”, riferisce il Consiglio degli affari pubblici degli ebrei ortodossi sul proprio account Twitter. Il sospetto aggressore, che era fuggito in auto, sarebbe stato catturato ad Harlem, secondo quanto riferisce il ’New York Times’ citando funzionari di polizia.

“Sono inorridito”, “si tratta di un atto spregevole e codardo”, ha commentato su Twitter il governatore dello Stato di New York, Andrew Cuomo. “Abbiamo tolleranza zero nei confronti dell’antisemitismo a New York e considereremo l’aggressore responsabile nella misura massima consentita dalla legge. New York sta con la comunità ebraica”, ha scritto il governatore di New York. “L’antisemitismo e l’intolleranza sono ripugnanti e abbiamo assolutamente tolleranza zero per questi atti di odio”, ha aggiunto Cuomo.

Francia, gilet gialli e sindacati in piazza insieme

cms_15468/Francia_proteste_28_12_2019_Afp.jpg

Ancora proteste in Francia contro la riforma delle pensioni. E nell’ultimo sabato del 2019 sono scesi in piazza sia i sindacati che i ’gilet gialli’ che a Parigi e in altri centri del Paese si sono uniti alla protesta che da settimane i sindacati stanno portando avanti contro il progetto del governo francese.

Una mobilitazione che dal 5 dicembre scorso sta creando problemi e disagi soprattutto nel settore dei trasporti dove anche oggi si sono registrate interruzioni di servizio. La situazione, comunque, oggi è apparsa leggermente migliorata per quanto riguarda le linee ferroviarie nazionali, con 6 Tgv su 10 che hanno viaggiato regolarmente, il numero più alto da quando è iniziata la mobilitazione.

Ancora difficili i trasporti urbani a Parigi, dove oggi sei linee della metro rimangono completamente chiuse e altre sette operative solo tra le 12 e le 17, secondo quanto ha reso noto la Ratp che però annuncia un aumento del servizio degli autobus soprattutto per il 31 dicembre e il primo gennaio. Il prossimo incontro tra il governo francese e i sindacati per cercare di trovare un accordo è fissato per il 7 gennaio prossimo.

Siberia, incendio in giacimento petrolio e gas

cms_15468/Russia_ambulanza_Xin_rit_3-2-1892047008.jpg

Un incendio in un giacimento di petrolio e gas della Novatek in Siberia ha provocato la morte di almeno due persone. Lo ha reso noto il ministero russo delle Situazioni di emergenza. Un’altra persona è rimasta ferita. L’incendio è stato domato dai pompieri. Il giacimento si trova nella zona di Purovski.

Autore:

Data:

29 Dicembre 2019