Traduci

“Stop ai dazi o l’Ue reagirà” ESTERI

“Stop ai dazi o l’Ue reagirà” ESTERI

cms_9087/Merkel_Macron_May_rit_Fg.jpgA due giorni dalla scadenza dell’esenzione dai dazi su acciaio e alluminio per i Paesi dell’Unione Europea, che Donald Trump potrebbe non rinnovare, i leader di Francia, Germania e Gran Bretagna fanno sapere che reagiranno nel caso di introduzione delle tariffe.

La cancelliera tedesca Angela Merkel, il presidente francese Emmanuel Macron – reduci da un incontro con Trump alla Casa Bianca a pochi giorni di distanza – e la premier britannica Theresa May “sono d’accordo che gli Stati Uniti non dovrebbero prendere alcuna misura commerciale contro l’Ue, che è determinata a difendere i suoi interessi in un contesto multilaterale”. Lo si legge in una dichiarazione diffusa dalla cancelleria, nella quale tuttavia non si specifica quale misura potrebbe prendere l’Unione Europea in rappresaglia ai dazi americani.

Kim smantella il nucleare

cms_9087/Corea_Nord_Sud_Kim_Moon_Afp4.jpgLa Corea del Nord ha annunciato che chiuderà il suo sito di test nucleari a Punggye-ri a maggio. Lo ha detto l’ufficio presidenziale sudcoreano riferito dall’agenzia di stampa Yonhap. Il leader nordcoreano Kim Jong Un, nel corso dell’incontro con il presidente della Corea del Sud Moon Jae In, ha accettato di chiudere il sito “in presenza di esperti della sicurezza americani e sudcoreani, e giornalisti”.

Inoltre, secondo il portavoce di Moon, il leader nordcoreano avrebbe detto: “Alcuni dicono che vogliamo chiudere strutture che non funzionano più, invece vedrete che sono in buone condizioni”, smentendo così lo studio di un gruppo di geologi cinesi secondo i quali il sito sarebbe parzialmente crollato dopo l’ultima esplosione del 3 settembre scorso.

Nel corso dell’incontro con il presidente sudcoreano Moon Jae In, Kim Jong Un si sarebbe anche detto pronto a riunificare il fuso orario con Seul. La Corea del Nord ha infatti adottato il fuso orario di otto ore e mezza dal meridiano di Greenwich, rispetto alle nove ore della Corea del Sud e del Giappone. La decisione di Pyongyang di anticipare di 30 minuti il fuso orario venne presa nell’agosto del 2015, per celebrare il 70esimo anniversario della liberazione dal Giappone.

Ricorso contro ’branco’ assolto dallo stupro

cms_9087/pamplona_donne_proteste_afp.jpgMigliaia di persone, soprattutto donne, hanno manifestato davanti al tribunale di Pamplona contro la sentenza su uno stupro di gruppo che ha indignato tutta la Spagna. “Non è abuso, è violenza, noi ti crediamo”: hanno gridato le partecipanti alla marcia, convocata da diversi gruppi femministi. Secondo la polizia, a scendere in piazza sono state 32mila persone.

E l’avvocato della vittima ha annunciato che presenterà ricorso in appello, così come aveva già deciso di fare la procura. A indignare gli spagnoli, con proteste spontanee in piazza e sui social, è stata la decisione dei giudici del tribunale di Pamplona di riconoscere colpevoli solo di abuso sessuale, e non di stupro, cinque uomini che hanno violentato in gruppo una 18enne durante la festa di San Fermin.

I cinque, fra cui un militare e un poliziotto, hanno filmato la violenza sui telefonini e comunicavano fra loro con un gruppo WhatsApp chiamato ’la Manada’ (il branco).

La sentenza, con una condanna a nove anni invece dei 20 chiesti dall’accusa, è stata possibile grazie alla distinzione che fa il diritto spagnolo fra l’abuso sessuale, dove non vi sarebbe violenza, e lo stupro. Il governo di Madrid ha annunciato di valutare una ridefinizione dei reati sessuali.

Autore:

Data:

30 Aprile 2018