Headlines

Traduci

Stupidi si nasce non si diventa

James Watson, Francis Crick e Maurice Wilkins, entrambi scienziati, nel 1953 fecero una sensazionale scoperta destinata a cambiare il corso della storia della biologia; realizzarono il primo preciso modello della struttura del DNA, tale scoperta valse ai tre scienziati il premio Nobel. Bene, voi direte, ma cosa c’entrano gli scienziati con gli stupidi, c’è tra loro una relazione? certamente no. Secondo Watson, Crick e Wilkins la stupidità non è causata ne da bassi livelli di istruzione, ne dall’assenza di stimoli, ma si nasconde nel profilo genetico.

cms_3351/foto_2_.jpgQuindi basterebbe rimuovere il gene per guarire questo grande e dilagante male della società. Molti anni più tardi da questa sensazionale scoperta, nei laboratori dell’università di Atlanta è stato individuato nei topi un gene che disattivato aumenterebbe l’intelligenza, questo gene è stato battezzato “gene Homer Simpson”. Basterebbe accendere o spegnere come un interruttore questo gene per aumentare l’intelligenza, sarebbe un sogno, impedire ad uno stupido di parlare e agire. Svariati decenni fa il professor Walter B. Pitkin, filosofo presso la Columbia University, scrisse un libro tradotto in 15 paesi compresa l’Italia, intitolato “Storia della stupidità umana”, in quel libro sosteneva che 4 persone su 5 si potevano definire stupide.

cms_3351/foto_3_.jpgAll’epoca in cui srisse il suo libro i numeri erano ancora accettabili, pensate oggi, i numeri fanno spavento, ognuno di noi sottovaluta il numero di individui stupidi in circolazione è impossibile attribuire un valore numerico, qualsiasi stima sarebbe una sottostima, la stupidità governa il mondo e non c’è alcuna differenza di razza, colore, etnia, cultura, livello scolastico. Albert Einstein disse: Solo due cose sono infinite: l’universo, e la stupidità umana, sulla prima non sono sicuro. Parallelamente, altri ricercatori dell’Università del Nebraska, hanno scoperto il virus della stupidità, attribuendo la colpa di questa piaga dell’umanità ad un batterio presente nelle alghe verdi chiamato ATCV-1: Il virus secondo i ricercatori, potrebbe influenzare l’attività dei geni. I corpi degli esseri umani sono popolati da batteri, virus e funghi le cui funzioni sono conosciute soltanto in misura marginale. Alcuni sono dannosi, molti inoffensivi, altri possono incidere in maniera del tutto sconosciuta. I ricercatori hanno preso un campione di 92 individui per verificare la presenza del virus ATCV-1, 40 di essi sono risultati positivi, hanno poi sottoposto tutti i 92 individui a dei test. Coloro affetti da questo virus hanno presentato un significativo calo cognitivo e un minor rendimento nell’elaborazione visiva e di memoria Dopo questo excursus, scienziati, studiosi e scrittori sono all’unanimità d’accordo che la stupidità colpisce oggi come ieri tutta l’umanità, definendola quasi una sorta di “Alzheimer universale”. Confidiamo e ci auguriamo che la ricerca continui senza battute d’arresto, perché come dice uno storico “2 stupidi sono 2 stupidi, ma 10.000 stupidi sono una forza storica”. Nel frattempo il consiglio che sento di darvi, per esperienza personale è che l’unica risposta logica da dare agli stupidi è il “SILENZIO”

Data:

30 Gennaio 2016