Traduci

TAIWAN, LA CINA METTE IN GUARDIA GLI USA:NO A INTERFERENZE

cms_30762/ministro_della_Difesa_cinese_Li_Shangfu.jpgLa Cina mette in guardia gli Stati Uniti contro una possibile interferenza per quanto riguarda Taiwan. Ad affermarlo è il ministro della Difesa cinese Li Shangfu.

“Se qualcuno osa separare Taiwan dalla Cina, un militare cinese non esiterà un secondo”, ha detto Li in un discorso allo Shangri-La Dialogue a Singapore, una conferenza organizzata dall’International Institute for Strategic Studies.

“Non temeremo avversari e salvaguarderemo risolutamente la sovranità nazionale e l’integrità del territorio a prescindere da qualsiasi costo”. Taiwan è indipendente dal 1949, ma la Cina considera Taiwan parte del territorio cinese.

Li ha criticato la vendita di armi e l’addestramento militare degli Stati Uniti a Taiwan, nonché il miglioramento delle relazioni Washington-Taipei. “Taiwan è un affare interno della Cina”, ha detto il ministro.

“Taiwan è la Taiwan della Cina e come risolvere la questione di Taiwan è una questione che devono decidere i cinesi”.

“La riunificazione della Cina è una tendenza storica prevalente e un corso inarrestabile”, ha detto Li.

Ci impegneremo per la prospettiva di una riunificazione pacifica con il massimo impegno. Ma non promettiamo di rinunciare all’uso della forza .

cms_30762/2_1685945700.jpg

Se qualcuno osa separare Taiwan dalla Cina, un militare cinese non esiterà un secondo”. Li ha descritto le relazioni di Pechino con Washington a un “minimo record” dall’inizio dei rapporti tra i due paesi nel 1979.

La Cina, ha spiegato, è fondamentalmente aperta a colloqui tra le due potenze, ma solo se “basati sul rispetto reciproco”.

Li aveva rifiutato la richiesta degli Stati Uniti di un incontro con il segretario alla Difesa americano Lloyd Austin a margine della conferenza. Il dialogo Shangri-La a livello di ministri della difesa è visto come il forum di sicurezza più significativo nella regione.

Le relazioni tra Cina e Stati Uniti hanno toccato il minimo in seguito all’abbattimento di un apparente pallone di spionaggio cinese a febbraio e alla cancellazione di una visita del segretario di Stato americano Antony Blinken in Cina.

Data:

5 Giugno 2023