Traduci

Torna in Commissione la proposta di dimezzamento degli stipendi promossa dal M5S

“Il PD voterà la proposta del Movimento 5 Stelle e anche il Papa sarà contento”.Queste le parole di Beppe Grillo da Montecitorio dove si era recato per assistere ai lavori dell’aula che ha rinviato in Commissione, con 109 voti di scarto, la proposta di legge sul dimezzamento degli stipendi dei parlamentari.Il presidente di turno, Luigi Di Maio, aveva notato l’assenza del rappresentante del governo, vedendosi costretto a sospendere la seduta pochi minuti dopo il suo inizio.“Vergogna, vergogna!” ha gridato la piazza.“Siamo indignati da questa gentaglia pronta ad intervenire sulla carne viva dei cittadini, ma non si taglia nemmeno un euro quando riguarda i loro stipendi”, ha detto Alessandro Di Battista, uscendo dal Parlamento per incontrare i manifestanti.

cms_4779/foto_2.jpg

E Beppe Grillo incalza su Twitter: “Il Pd ha votato per affossare la nostra proposta di dimezzamento degli stipendi dei parlamentari! #renzinonnasconderti”.Ma “l’Italia – precisa la Camera – non guida la classifica Ue”. I dati “inizialmente pubblicati – e poi riveduti – non corrispondevano a quelli riportati dal sito della Camera, aggiornati per effetto delle decisioni assunte dall’Ufficio di presidenza nell’ultimo decennio”.Quanto costa la politica? Analizziamo lo stipendio di un parlamentare.Indennità al netto di ritenute fiscali e previdenziali: 5.000 euro.Diaria: 3.503,11 euro dalla quale devono essere detratte 206 euro per ogni giorno di assenza dalle votazioni elettroniche.Indennità di spesa per i collaboratori 3.690 euro.Per i trasferimenti in aeroporto è previsto un rimborso: da 1.107 a 1.331 euro al mese a seconda della distanza dello stesso. C’è anche un rimborso per le telefonate e le spese informatiche.Assegno di fine mandato: 46.814 euro per una legislatura, 140.443 per tre. Il vitalizio: 2.486 euro al mese dai 65 anni con un mandato, 4.973 euro dai 60 anni con due, 7.460 euro con tre.A ciò, per tutti i 630 deputati, vanno aggiunti i benefit che, se non apportano denaro liquido, sicuramente ne fanno risparmiare un bel po’. Viaggi gratis in autostrada, in treno (prima classe), in nave o in aereo sul territorio nazionale.Non diverge il Senato che – scrive Repubblica – “ha 315 senatori, che ricevono importi simili a quelli dei deputati. Un senatore ogni mese riceve 11.555 euro di indennità, 3.500 di diaria, 1.650 euro per i trasporti e 4.180 euro per le spese di rappresentanza”.

cms_4779/foto_3.jpg

La Camera in un comunicato stampa precisa che in merito alla “comparazione fra il trattamento economico dei parlamentari italiani e quello dei parlamentari di altri Paesi europei, non è affatto vero che l’Italia sia ’in testa’. Innanzi tutto per un motivo di metodo”.Ma, stando ai dati raccolti nella relazione redatta dalla commissione Giovannini, presieduta dall’allora presidente dell’Istat, nonché a quelli riportati in un recente studio dell’Economist basato su dati del Fondo Monetario Internazionale, passando per il dossier Ocse-Eurostat, i parlamentari italiani avrebbero gli stipendi più alti d’Europa. Per non parlare dei vitalizi.

Autore:

Data:

26 Ottobre 2016