Traduci

Tra farmaco e veleno è la dose che fa la differenza?

Abbiamo davvero capito cosa fa bene e cosa fa male?

Tutto e il contrario di tutto. Continuamente condannati e assolti alcuni degli alimenti più comuni, magari proprio quelli che ci piacciono tanto, sembrano non trovare pace. Ma cosa dice la ricerca scientifica a tal proposito? Periodicamente viene incoronato un cibo, un gruppo alimentare, una classe di nutrienti e prontamente viene tutto smentito da ricerche più recenti, creando confusione e alimentando convinzioni decontestualizzate e frettolose conclusioni.

Eccone alcuni :

cms_1777/le_uova.jpgLe uova. Fanno malissimo perchè aumentano il colesterolo. In realtà la stragrande maggioranza del colesterolo è prodotto dal nostro organismo e quello esogeno rappresenta una quota pressoché irrilevante. Il colesterolo si controlla aumentando le fibre e l’attività fisica e ragionando su tutto il piano alimentare, per cui le uova non sono da demonizzare, anzi rappresentano un alimento completo, con proteine di elevato valore biologico, sono molto versatili e pratiche in cucina.

cms_1777/light.jpegAlimenti light. Fanno perdere peso senza controindicazioni. Non si può fare di tutta l’erba un fascio. La dicitura “light” può andar bene per un derivato del latte magari con lo 0,1% di grassi e quindi più magro del suo gemello non light. Per il resto gli edulcoranti chimici, gli esaltatori di sapidità, gli addensanti servono a dare la palabilità che avrebbe dato lo zucchero e i grassi, ma con l’effetto di diseducare il nostro gusto e di non appagare i nostri sensi per cui alla fine tenderemo a mangiarne di più. Inoltre gli additivi alimentari sono comunque dei composti non naturali. Per perdere peso esistono altre strategie.

cms_1777/no_grassi.jpgNo ai grassi.In grassi non hanno mai un periodo d’oro, ma sono sempre sotto i riflettori. Eppure sono necessari e svolgono ruoli fondamentali nel nostro organismo e soprattutto non sono tutti uguali. È giusto limitare il consumo di quelli saturi, contenuti negli alimenti di origine animale, dei trans e di conseguenza i grassi idrogenati.E’ importante privilegiare quelli vegetali, in particolar modo gli acidi grassi essenziali, i polinsaturi e i monoinsaturi, contenuti ad esempio nell’olio extra vergine di oliva. A proposito, lo sapevate che i famigerati omega tre sono dei grassi?

cms_1777/vino.jpgIl paradosso francese.Il vino è in auge in tutto il mondo, soprattutto nell’ambito della ristorazione ora più che mai per il resveratrolo, antiossidante che contrasta l’azione dell’LDL e quindi il rischio cardiovascolare. Per come la vedo io, l’alcool nel vino è comunque una sostanza tossica, quindi il vantaggio salutare in termini di costo-beneficio è basso. Il vino ha valore sociale ed edonistico, per tutto il resto c’è l’uva tal quale, in fin dei conti il resveratrolo è presente nella buccia degli acini d’uva.

cms_1777/cioccolato-e-frutta-secca.jpgFrutta secca e cioccolato sembravano proibiti, ora invece hanno avuto la loro rivincita, anche se spesso si parla poco di come sceglierli bene e di come inserirli in una alimentazione razionale. Sono dei veri e propri spuntini e non vanno consumati alla fine di un pasto completo.

Allora come tenere sotto controllo il peso?

cms_1777/neon_final-1.gifIl segreto è l’uso moderato di questi alimenti, anche se in realtà bisognerebbe vedere l’alimentazione complessiva del soggetto in esame che magari non mangia uova e cioccolato, però pranza e cena nei fast food tutte le settimane. La dieta non è una mera questione di calorie. In soggetti sani seguire la piramide alimentare aiuta ad avere un’idea di cosa scegliere e quanto mangiare per variare l’alimentazione e apportare tutti i nutrienti necessari al benessere psicofisico. Ad esempio, facciamo dei cibi naturali la base della nostra alimentazione: frutta, verdura, legumi e cereali ed equilibriamo ciò che mangiamo con l’attività fisica quotidiana e con una più intensa settimanale.

Tutti i cibi fanno male o bene, in fondo la differenza tra un veleno e il farmaco sta nella dose.

Data:

28 Gennaio 2015