Traduci

TRA IRONIA E REALTA’.

Mi è capitato tra le mani un articolo dal titolo: “la teoria di Marc Faber“ , ironico, apolitico e persino strampalato ma con le idee chiare sul futuro del “capitalismo mondiale”. Lo leggo, lo trovo divertente e ve lo ripropongo ben volentieri.

cms_1542/usa-congresso322.jpg

Dicevamo, Marc Faber, analista di borsa, imprenditore di successo oltre che guru della finanza mondiale, consigliava al Governo Federale Americano, pur di venire fuori dalla crisi e far girare più velocemente l’economia, di “donare” una somma di parecchi dollari per ogni cittadino Americano. Ma come avrebbero potuto impegnare tutto questo denaro senza farlo andare fuori dai propri confini e aiutare l’economia interna? Semplice, suggeriva Marc Faber, l’importante era non spenderli in benzina per non fare arricchire gli arabi, non acquistare prodotti tecnologici per non aiutare l’India, non spenderli in gadget vari, diversamente i dollari avrebbero facilmente raggiunto Taiwan o la Cina, non acquistare frutta proveniente da l’Honduras, il Messico oilGuatemala. Assolutamente “vietato” investire queste cifre per acquistare delle automobili prodotte in Germania o in Giappone.

cms_1542/ele_68301_47_1261223440679_B.jpg

Ma allora, vi chiederete, come avrebbero potuto spendere gli americani tutta questa mole di dollari? Semplicemente sperperandoli in “birra e prostitute”. Questa teoria, per quanto potesse sembrare una follia, aveva una sua logica. Il denaro da mettere in circolazione doveva restare negli Stati Uniti. Simone S. giornalista, economista e buontempone italiano volle coronare l’inchiesta ricordando a Faber che probabilmente non aveva tenuto conto che la birra più venduta in America era la Budweiser che, a sua volta, era stata rilevata dalla “Am. Bev.” (una multinazionale brasiliana che deteneva tutto il capitale sociale) e che pertanto i dollari sarebbero finiti in Brasile. Non restava, quindi, che un’unica soluzione: investire tutto il denaro con le prostitute.

cms_1542/0019b91ec98114711c583e.jpg

L’economista italiano aggiungeva, pur di demolire la teoria Faberiana, che qualora queste professioniste del sesso, si fossero arricchite in modo così veloce, avrebbero certamente inviato i loro lauti guadagni ai loro figli per aiutarli e sostenerli. Motivo per cui una enorme quantità di dollari sarebbe arrivata in Italia ed avrebbero arricchito “Camera e Senato Italiano”, visto che a Roma vi è il più alto “concentrato” di “figli di buona donna”.

Comunque l’idea c’era, gentile signor M. Faber, e il nostro governo ne avrebbe tratto grossi benefici.

Autore:

Data:

10 Dicembre 2014