Headlines

Traduci

TREGUA A GAZA: “HAMAS HA ACCETTATO ACCORDO” CON ISRAELE

Hamas ha accettato l’accordo per il cessate il fuoco a Gaza. Lo afferma l’emittente Al Arabiya, sottolineando che l’organizzazione ha detto sì ad una versione ’modificata’ della proposta avanzata dagli Stati Uniti, mediatori nelle trattativa con Israele. La delegazione di Hamas dovrebbe volare nei prossimi giorni al Cairo per discutere gli ultimi dettagli e l’implementazione dell’intesa. “La proposta internazionale comprenderà la liberazione di detenuti compresi bambini, donne e anziani”, le parole di una fonte di Hamas alla tv. L’intesa dovrebbe consentire anche il graduale ritorno dei palestinesi costretti ad abbandonare le proprie case nella Striscia di Gaza.

Le notizie di Al Arabiya arrivano dopo l’apertura prospettata dal capo della Cia, Williams Burns: C’è ’’ancora una possibilità di un accordo’’ per il cessate il fuoco nella Striscia di Gaza e per il rilascio degli ostaggi, anche se restano da risolvere questioni molto complicate, le sue parole in un’audizione alla Camera dei Rappresentanti. “Penso che ci sia ancora la possibilità di un accordo’’, ha detto sottolineando i ’’tentativi da parte nostra, lavorando a stretto contatto con le nostre controparti israeliane, qatariote ed egiziane’’. Si tratta di ’’un processo molto difficile. Non penso che ci sia qualcuno che possa garantirne il successo’’, ha aggiunto.

Israele annuncia restrizioni per l’accesso alla moschea di Al-Aqsa

Le autorità israeliane hanno annunciato una serie di restrizioni per i palestinesi della Cisgiordania che vorranno entrare a Gerusalemme e nella Spianata delle Moschee durante il mese di Ramadan. Il Coordinatore delle attività governative nei territori (Cogat), l’autorità militare israeliana responsabile dei Territori palestinesi, ha indicato in un comunicato che il venerdì potranno entrare nella moschea di Al-Aqsa gli uomini sopra i 55 anni, le donne sopra i 50 e i bambini fino a dieci anni.

I palestinesi dovranno avere un permesso Cogat valido, che sarà soggetto a revisione da parte delle forze di sicurezza. Inoltre, le autorità si riservano la possibilità di introdurre modifiche nel corso del mese, come riportato dal quotidiano The Times of Israel.

Le autorità non hanno precisato se i palestinesi della Cisgiordania potranno visitare Gerusalemme dalla domenica al giovedì durante il Ramadan, mentre è stato confermato che gli abitanti di Gaza non potranno accedere all’area a causa della guerra nella Striscia.

Israele “gioca con il fuoco” e sta spingendo la situazione verso “un’esplosione”, il commento del ministro degli Esteri giordano, Ayman Safadi, commentando le restrizioni.

Citato dai media giordani, Safadi ha detto che la Giordania, che è custode dei luoghi santi musulmani di Gerusalemme, respinge il provvedimento stabilito da Israele come misura di sicurezza per la guerra a Gaza. “Avvertiamo che profanare la santità della moschea di Al-Aqsa è giocare con il fuoco”, ha detto Safadi in una conferenza stampa congiunta con l’arcivescovo Paul Gallagher, segretario per i Rapporti con gli Stati e le Organizzazioni Internazionali della Santa Sede.

Data:

13 Marzo 2024