Traduci

Trump è al lavoro nello Studio Ovale(Altre News)

Trump è al lavoro nello Studio Ovale

cms_19411/donald_trump_sorriso_fg.jpg

Il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump è al lavoro nello Studio Ovale. Lo ha annunciato il vice direttore della comunicazione della Casa Bianca, Brian Morgenstern, precisando che Trump è stato informato sul punto in cui si trovano le trattative sugli stimoli all’economia e sull’uragano Delta. “Sono stato appena aggiornato sull’uragano Delta e ho parlato con il governatore del Texas, Greg Abbott, e con quello della Louisiana, John Bel Edwards”, ha confermato Trump in un tweet. “Per favore prestate attenzione alle indicazioni dei vostri funzionari statali e locali. Stiamo lavorando a stretto contatto con loro: siate pronti, attenti e al sicuro”, ha aggiunto.

“Mi sento benissimo” aveva detto oggi il presidente americano, Donald Trump, al suo medico personale, Sean Conley, secondo quanto riferito da quest’ultimo in una nota. Conley ha anche ribadito che il capo della Casa Bianca non ha avuto bisogno di “ossigeno supplementare da quando è stato ricoverato”.

Il presidente americano Donald Trump, ha fatto sapere il suo medico personale, Sean Conley, “non ha febbre da più di quattro giorni e non presenta sintomi da oltre 24 ore”, sottolineando che tutti i parametri vitali di Trump restano “stabili”.

Russia, Berlino: senza chiarimenti su Navalny sanzioni inevitabili

cms_19411/navalny_mic_afp.jpg

Senza chiarimenti sul sospetto avvelenamento di Alexei Navalny, l’imposizione di sanzioni alla Russia sarà “inevitabile”. Lo ha dichiarato il ministro degli Esteri tedesco, Heiko Maas, all’indomani della conferma da parte dell’Organizzazione per la proibizione delle armi chimiche (Opac) che il dissidente russo è stato avvelenato con un agente nervino del gruppo Novichok.

“Una grave violazione del diritto internazionale è stata perpetrata con un agente da guerra chimica e una cosa del genere non può rimanere senza conseguenze”, ha detto Maas intervenendo davanti ai deputati. “E’ chiaro che se gli eventi non vengono chiariti, se le informazioni necessarie non vengono fornite, saranno inevitabili sanzioni mirate e proporzionate contro i responsabili russi”, ha aggiunto.

Bill Gates: “Paesi ricchi verso normalità entro 2021 se vaccino funziona”

cms_19411/Gates_Bill_1502_FG.jpg

I paesi ricchi potrebbero tornare alla normalità entro la fine del 2021, a patto che un vaccino anti Covid venga approvato al più presto e sia ampiamente distribuito. Parola di Bill Gates, che in un’intervista al Wall Street Journal rilanciata dal Mail Online ha avvertito come il successo dei vaccini attualmente in fase di sperimentazione negli Stati Uniti non sia comunque garantito.

“Non sappiamo ancora se questi vaccini avranno successo”, ha spiegato aggiungendo che, se si spera in un’eliminazione totale del virus senza più trasmissione, allora “ci vorranno dai due ai tre anni”. Tuttavia, ha continuato Bill Gates, “nei paesi ricchi, e se davvero nei primi mesi del prossimo anno si avranno vaccini abbastanza efficaci nel bloccare la trasmissione, allora entro la fine del prossimo anno si potrebbe tornare alla normalità. Questa è la migliore delle ipotesi”.

Nella stessa intervista, il fondatore di Microsft ha anche puntato il dito contro la Food and Drug Administration riguardo gli annunci sull’uso del plasma: “La FDA si è messa in un imbarazzo piuttosto grave con gli annunci sul plasma, con affermazioni che erano completamente sbagliate”, ha affermato Gates, bollando inoltre il comportamento della FDA in questa circostanza come “non così forte come ci si aspetterebbe”.

Autore:

Data:

8 Ottobre 2020