Traduci

Trump: “Il mondo vuole la pace”

Trump: “Il mondo vuole la pace”

cms_8021/trump_mano5_afp.jpgLe nuove sanzioni contro la Corea del Nord approvate dal Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite dimostrano che il mondo “vuole la pace, non la morte”, ha scritto il presidente americano Donald Trump in un tweet. Le nuove sanzioni riducono del novanta per cento, a 500mila barili l’anno, le importazioni di prodotti derivati dal petrolio, e mantengono il tetto di quattro milioni di barili per quelle di petrolio.

Le misure impongono anche il rientro in Corea del Nord, immediato e comunque non oltre entro 24 mesi, dei lavoratori all’estero le cui rimesse sono una delle fonte cruciali dell’economia nazionale. Il provvedimento votato ieri con 15 voti a favore è la risposta del Consiglio di sicurezza all’ultimo lancio di un missile balistico nordcoreano, lo scorso 28 novembre.

Ieri la Corea del Nord ha accusato gli Stati Uniti di avere come obiettivo strategico quello di tornare a dominare il mondo con la loro nuova strategia di sicurezza nazionale. Il ministero degli esteri dello ’stato eremita’ ha parlato della nuova strategia, in cui si denunciano i programmi nucleari e missilistici di Pyongyang come minaccia e si precisa che tutte le opzioni rimangono sul tavolo per farvi fronte.

Polonia, “riforma giudiziaria è golpe”

cms_8021/Polonia_giudici_manifestazione_Afp.jpgLa presidente della Corte suprema polacca ha accusato il governo di Varsavia di voler perpetrare un “golpe” attraverso la riforma giudiziaria in atto. “Il colpo di Stato contro la struttura di una delle più importanti strutture dello Stato è in corso, non con le forze armate o truppe paramilitari, ma attraverso l’abuso delle istituzioni legali”, si legge in una lettera aperta scritta dal giudice Malgorzata Gersdorf, dopo che la Commissione europea ha accusato la Polonia di violare lo stato di diritto.

“Voglio avvertire il governo: non rompa il contratto sociale scritto sotto forma di costituzione. State camminando irresponsabilmente sull’orlo dell’abisso nel quale potrebbe precipitare tutta la nazione”, scrive ancora la maggiore autorità giudiziaria polacca, nella lettera citata oggi dalla Bbc.

A causa dell’ampia riforma giudiziaria portata avanti dal governo nazionalista polacco, il 20 dicembre la Commissione europea ha attivato la procedura prevista dall’articolo 7 che potrebbe privare la Polonia del diritto di voto in Consiglio. Lo stesso giorno il presidente polacco Andrej Duda ha firmato le due leggi di riforma della Corte suprema e del Consiglio Nazionale Giudiziario. Assieme a provvedimenti di riforma per la giustizia ordinaria e il tribunale costituzionale, le due leggi approvate pongono la magistratura sotto il controllo del governo, guidato dal partito della destra nazionalista Diritto e Giustizia (Pis).

Thomas brucia la California

cms_8021/California_incendi_afp3.jpgL’incendio che ha colpito la California a nord di Los Angeles è stato classificato come il peggiore nella storia dello stato americano, con 1.106 chilometri quadrati di terreno devastati. L’incendio, a cui è stato dato il nome di Thomas, è scoppiato lo scorso quattro dicembre nelle contee di Ventura e di Santa Barbara. Le fiamme sono state contenute solo al 65%. Un pompiere è morto mentre era impegnato nello sforzo per lo spegnimento dell’incendio e una donna di 70 anni in un incidente d’auto, mentre cercava di fuggire.

Autore:

Data:

24 Dicembre 2017