Headlines

Traduci

UCRAINA, “PER UE RESTA UNA PRIORITA’ “

L’Ucraina resta e resterà una priorità per l’Ue“. E Bruxelles prepara un nuovo è pacchetto di sanzioni contro la Russia. E’ quanto è stato ribadito nel corso del Consiglio europeo, con i rappresentanti dei vari Paesi che hanno rinnovato l’impegno nel sostegno a Kiev.

cms_32261/charles_michel_afp.jpeg“L’Ucraina resta e resterà una priorità per l’Ue.

Nel corso del Consiglio Europeo è stato ribadito il supporto a Kiev”, ha dichiarato il presidente del Consiglio europeo, Charles Michel, nella conferenza stampa al termine del vertice Ue.

Mentre il presidente della Commissione europea, Ursula von de Leyen, ha assicurato che “continueremo a fornire, armi e munizioni all’Ucraina. Continueremo a fornire i necessari aiuti finanziari”.

cms_32261/von-der-leyen.jpg

Von de Leyen ha quindi annunciato che Bruxelles sta preparando “il dodicesimo pacchetto di sanzioni contro Mosca“. “Siamo nella fase di consultazione con i paesi membri. Stiamo guardando – ha spiegato – come ridurre le rimanenti entrate che arrivano alla Russia, in particolare quelle legate alle esportazioni di diamanti in Europa e ai suoi partner. Questo può essere fatto in stretto contatto con i nostri partner del G7. Poi ci assicureremo che le sanzioni esistenti siano implementare correttamente”, spiega.

Von der Leyen ha aggiunto che si sta lavorando anche “a una proposta su come usare i proventi dei beni congelati alla Russia che sono già abbastanza alti e che al momento sono di beneficio solo per alcune istituzioni finanziarie. L’idea è spostarli nel budget Ue e utilizzarli per la ricostruzione dell’Ucraina”.

cms_32261/emmanuel-macron.jpg

In conferenza stampa il presidente francese Emmanuel Macron, ha spiegato che nel Consiglio Europeo “abbiamo discusso questa mattina della situazione in Ucraina, che ci ha permesso di riaffermare molto chiaramente il nostro incrollabile sostegno alla sua indipendenza, alla sua sovranità, alla sua integrità territoriale e al fatto che, qualunque sia il contesto, il nostro sostegno rimane e la nostra strategia rimane la stessa”. “Dopo aver ascoltato il presidente Volodymyr Zelensky, che ha parlato ieri – continua Macron – ci siamo anche impegnati a garantire la continuità del nostro sostegno militare all’Ucraina a lungo termine”. Sui riflessi sul bilancio Ue del sostegno a Kiev “potremmo ritornare a dicembre. Dobbiamo soprattutto rafforzare l’industria europea della difesa, per garantire la sostenibilità dei nostri sforzi adattandoci alle esigenze degli ucraini”. Occorre “rafforzare la strategia industriale europea, che ha senso a lungo termine”, conclude.

Data:

28 Ottobre 2023