Traduci

IL BARI NE FA TRE AL CASTROVILLARI

Decima giornata di ritorno, meno otto alla fine del campionato: il Bari vince meritatamente al San Nicola, dopo aver sbagliato al 59’ con Simeri il rigore del momentaneo vantaggio. Finisce 3-1, ma il Castrovillari ha mostrato di possedere buone doti difensive e nell’organizzazione del gioco. Il ruolino di marcia dei biancorossi, fino a oggi, è di 20 vittorie, 5 pareggi e due sconfitte. Sono sempre 11 i punti di vantaggio in classifica sulla Turris che ha vinto 2-0 lo scontro a Torre del Greco contro la Igea Virtus. Domenica prossima si gioca in Calabria contro la Palmese. Migliore in campo, Ciccio Brienza.

cms_12161/Foto_1.jpg

LA PARTITA

Cornacchinischiera il 4-2-3-1 con Brienza in campo dal primo minuto. Marra opta, invece, per il 4-4-2 con la coppia d’attacco Pandolfi-Puntoriere che ha già realizzato 14 gol in campionato. Bari in campo con la nuova maglie che richiama la divisa degli anni 80’. Circa diecimila gli spettatori presenti. All’andata finì 1-1; in rete per il Bari, Neglia. Arbitro Eugenio Scarpa

PRIMO TEMPO – Subito il Bari in attacco con Floriano al 1’: la sua conclusione rimbalza davanti a Galluzzo che devia in corner. Bari molto attivo sulla fascia sinistra con Quagliata e Brienza: difensori calabresi costretti al fallo ripetutamente. Al 10’ si fa vedere per la prima volta il Castrovillari nella trequarti barese, ma non trova varchi nella difesa dei padroni casa. Al 15’ un passaggio laterale azzardato di Bolzoni, intercetta da Consiglio e Mattera lo atterra a due metri dal limite dell’area difesa da Marfella: la punizione di Puntoriere finisce in corner. Al 23’ Piovanello finisce a terra nell’area avversaria, ma Scarpa fa continuare. Al 27’ punizione per il Bari e giallo per Bolzoni che devia con un braccio: Pozzebon calcia e Galluzzo salva in angolo.Gol di Hamlili al 31’ con un rasoterra di destro. Prima rete in campionato per il centrocampista italo -marocchino. Riprende il gioco con il Castrovillari subito reattivo. Al 36’ Hamlili contrasta Consiglio che cade in area: Scarpa concede il rigore che segna Puntoriere. La prima frazione di gioco finisce, dopo 4’ di recupero, in parità e con il Bari in attacco. Un bel primo tempo giocato bene nella prima mezz’ora dai padroni di casa che concedono qualcosa ai calabresi nei restanti 15 minuti, ma senza nessuna preoccupazione per la porta difesa dall’estremo biancorosso. Ammoniti Lanza, Lavrendi e Mattera.

cms_12161/Foto_2.jpg

SECONDO TEMPO – Rosi ha preso il posto di Puntoriere. È sempre Brienza, nelle file del Bari, a tenere alto il ritmo di gara mettendo in difficoltà la difesa avversaria. Al 54’ Bianchi esce per Aloisi, e Simeri per Pozzebon. Calcio di rigore per il Bari al 59’: intervento scomposto di Galluzzo su Simeri. Brienza, a sorpresa del pubblico, cede il dischetto a Simeri, ma l’attaccante barese colpisce male col destro e manda fuori. Giallo per Hamlili dopo un brutto fallo da dietro ai danni di Rosi. Cornacchini decide di togliere Hamlili per Neglia (64’). A 17 dal termine è il Bari a provarci con Brienza che manovra per Simeri e Floriano, ma il Castrovillari si difende in maniera ordinata. Nel frattempo esce anche Floriano per Iadaresta. Al 77’ ci prova Brienza, ma il suo tiro dal limite sfiora il palo alla destra di Galluzzo. Bari un po’ allungato in questa fase del match. Esce Piovanello per crampi (80’), entra Liguori. All’83’ Neglia entra fino al limite dell’area piccola, ma si coordina male per Simeri. Gol del Bari all’84’ dopo una azione impostata ancora una volta da Brienza: Di Cesare raccoglie un rimpallo dal limite, fa partire un tiro che taglia l’area piccola e trova la deviazione in rete di Liguori. Prova a reagire il Castrovillari, ma il Bari controlla bene la propria metà campo. Rischia Galluzzo al 91’: il suo rinvio viene rimpallato in area da Iadaresta. Al 92’ il Castrovillari si affaccia dalle parti di Marfella, la difesa del Bari riesce a reggere con un po’ di affanno. Si salva ancora Galluzzo (94’) sul contropiede lanciato da Brienza per Di Cesare che arriva tardi con la punta del piede. Allo scadere dei 5 minuti di recupero, gol del Bari: Simeri raccoglie dal limite che calcia in rete da posizione defilata e trova il piede di Iadaresta che infila a porta vuota. Finisce 3-1 e con il Bari che conferma l’ottimo stato di forma, soprattutto di un Brienza a due giorni dai quarant’anni di età. Ammoniti nel secondo tempo, Achik e Liguori.

ANALISI E COMMENTI

Anche se mancano ancora otto partite, è fin troppo chiaro che la pratica Lega Pro non è mai stata in discussione sin dall’inizio del Campionato. Sicuramente pesano alcuni pareggi, soprattutto casalinghi, che avrebbero permesso di portare i biancorossi a fine aprile con un bottino ben più cospicuo. Ma “tutto fa brodo” come si suol dire, e anche con i pareggi si vincono i campionati. Il match di oggi, comunque, ha dato delle conferme a Cornacchini e delle certezze alla tifoseria barese: Brienza è un campione da cui non si potrà prescindere quando questa estate si dovrà costruire un collettivo per dare inizio alla vera risalita verso la Serie B.

cms_12161/Foto_3.jpg

Così Cornacchini nel post partita ai microfoni di Telebari:

La partita è stata difficile e complicata. Castrovillari è una squadra con delle qualità e con giocatori davanti fastidiosi, ma dobbiamo stare più sereni perché c’è sempre tempo per ribaltare la partita.

Sulla quesitone del rigore, quando Simeri ha deciso di calciare al posto di Brienza:

Chi se la sente lo calcia; è una decisione che deve essere presa in campo, ma riguardo a oggi non c’è nessun problema su chi ha tirato.

Per quanto concerne la gestione del gruppo:

Avere dei giocatori che possono ribaltare la partita è un vantaggio e oggi bastava poco per perdere l’equilibrio. Comunque la squadra ha fatto discretamente bene, ma dobbiamo essere un pochino più bravi.

(Foto dal sito ufficiale dell’SSCbari1908.it: si ringrazia)

Autore:

Data:

17 Marzo 2019