Traduci

UNA SERATA IN BUONA COMPAGNIA

Avete mai provato a passare una serata senza rimanere immobili davanti alla televisione? Ogni sera ci viene proposto qualcosa dai vari canali, talmente tanta è la scelta che si passa la serata a decidere cosa vedere per poi trovarsi a notte fonda senza aver visto un granchè.

Ecco per una volta provate a fare qualcosa di diverso. Un poco di musica, la vostra preferita, sia essa classica, moderna, jazz, lounge; una cucina semplice ma di effetto, un piatto che non vi debba tenere impegnati per molto tempo davanti ai fornelli, poi per carità se volete farlo, tanto di guadagnato. Scelta la pietanza ci avviciniamo alla nostra splendida cantinetta da 8 bottiglie (tanto per non farsi mancare nulla), apriamo la sua porticina con attenta moderazione e accogliamo con stupore la nostra scelta, cosa che non sarà stata per nulla facile, dovendo districarsi tra più bollicine e diversi vini bianchi… ah già perché stasera si opta per un bianco, allora diciamo che si va per una bollicina e magari una Franciacorta Saten DOCG.

cms_30250/1.jpgDallo stereo, messo in bella mostra con le sue piccole lucine al led, si diffonde gradevole musica, personalmente prediligo il genere lounge. Il clima è mite, vengo sfiorato dall’idea di cenare all’esterno ma subito desisto pensando “che forse non è ancora il tempo giusto”. Confermo la cena al chiuso mantenendo però una leggera apertura della finestra quasi a ricordare il mio legame con il mondo.

Stappo la bellissima bottiglia tra le mie mani, in un silenzio sottile, e ne verso un po’ nel calice rigorosamente ampio, perché ho bisogno di inondarmi di sensazioni olfattive uniche che solo in questi calici si possono percepire nitidamente. In fin dei conti mi sto regalando una serata e nulla può essere lasciato al caso. Il rumore del vino che cade nel calice riempendolo con quella sua effervescenza vivace ma anche sommessa, esprime una frequenza in perfetta sintonia con il mio udito. La vista si gratifica per questo colore giallo paglierino dai riflessi dorati che lascia pensare di aver scelto bene. All’olfatto note aromatiche di fiori seguite da percezioni di ananas e mughetto evidenziano elegantemente ciò che mi accingo a degustare. Al palato si presenta pieno, corposo con buona struttura, note che confermano ancora una volta la scelta iniziale di questa Franciacorta Saten DOCG.

Sul fuoco, una pentola colma d’acqua inizia a bollire, pronta ad accogliere la nostra pasta lunga, a scelta tra spaghetti o linguine. Sul fuoco accanto, una pentola antiaderente di quelle con fondo alto, per intenderci, sta lavorando egregiamente per le nostre vongole, che per velocità di esecuzione erano già sgusciate. Nell’aria, oltre la musica e i profumi del nostro Chardonnay, inizia a diffondersi un piacevole senso di equilibrio e già si pregusta un momento di riservatezza profondo. Ancora pochi minuti e la serata sarà al culmine.

cms_30250/2_1682382727.jpgIn un attimo di lucida follia mi ritrovo seduto alla mia tavola imbandita con un piatto di pasta alle vongole che funge da compagno di avventura ed insieme ci inebriamo abbinando il vino sia al palato, che ne risulta omaggiato, sia alla pasta, che inizia ad esprimersi in un goliardico comportamento adulatorio.

La serata viaggia lentamente, quasi a non volerla far finire tanto è importante questo momento, ma si sa, le cose belle terminano sempre. Ciò che rimane è un senso di appagamento complessivo che getta le basi per un riordino mentale quasi automatico. Domani dovrò ricordarmi di sostituire la bottiglia nella cantinetta per il prossimo momento di profonda intimità.

Buona degustazione.

Autore:

Data:

25 Aprile 2023