Traduci

Venezia, Mit sblocca 65 milioni

Venezia, Mit sblocca 65 milioni

cms_14979/venezia_fg_1711.jpg

Sono pronti 65 milioni di euro per la salvaguardia e la conservazione della laguna di Venezia, 46 dei quali sono destinati alla città che nei giorni scorsi ha vissuto la drammatica ondata di acqua alta. Si tratta di fondi contenuti nella Legge speciale su Venezia, rifinanziata dalla scorsa Legge di Bilancio, che sono stati sbloccati nei giorni scorsi dalla Ministra delle Infrastrutture e Trasporti Paola De Micheli.

Le risorse, sottolinea il dicastero, sono naturalmente aggiuntive rispetto ai 20 milioni già stanziati per Venezia in occasione del Consiglio dei ministri che ha concesso lo stato di emergenza. La presidenza del Consiglio dei ministri, su proposta del Mit, ha già adottato il Decreto che ripartisce da subito a nove comuni complessivi 65 milioni per compiere lavori di manutenzione, riqualificazione e conservazione della laguna di Venezia. Le risorse, suddivise tra i comuni di Venezia, Chioggia, Mira, Jesolo, Cavallino-Treporti, Musile di Piave, Campagna Lupia, Codevigo e Quarto Altino, saranno disponili nelle casse dei centri e potranno essere destinate a interventi di varia natura per la salvaguardia della laguna: dalla protezione delle sponde, alla riqualificazione delle banchine, opere di dragaggio, viabilità e recupero di immobili.

“Il sindaco, che è stato nominato commissario per l’emergenza, è nelle condizioni di fare una stima più precisa, ma si parla di oltre un miliardo di euro e penso che si vada su quell’ordine di grandezza”. Così il governatore del Veneto Luca Zaia, parlando di una prima stima dei danni provocati dalle eccezionali ondate di acqua alta che hanno colpito Venezia la scorsa settimana.

Alitalia, Atlantia: “Non ci sono ancora condizioni per offerta”

cms_14979/Aereo_Alitalia_Coda_Fg.jpg

Non ci sono ancora le condizioni per un’offerta vincolante per Alitalia ma c’è disponibilità a continuare il confronto per individuare un partner industriale. Lo sottolinea Atlantia in una nota. ’’Facendo seguito a quanto comunicato in data 15 ottobre 2019, preso atto della mancanza di significative evoluzioni nelle problematiche rappresentate in tale data, la Società informa che allo stato non si sono ancora realizzate le condizioni necessarie per l’adesione di Atlantia al Consorzio finalizzato alla presentazione di un’eventuale offerta vincolante su Alitalia – sottolinea Atlantia -. Resta in ogni caso ferma la disponibilità di Atlantia a proseguire il confronto per l’individuazione del partner industriale e per la definizione di un business plan condiviso, solido e di lungo periodo per il rilancio di Alitalia’’.

Imprese, a Bari a lezione di digitale da ’Italiaonline’

cms_14979/Fabio-Peloso-IOL-Bari-ufs.jpg

Hanno fatto tappa a Bari i digital workshop di Italiaonline, la più grande internet company italiana leader nelle soluzioni digitali per le imprese. Piccoli e medi imprenditori locali si sono dati appuntamento nella sala meeting dell’Hotel Nicolaus, letteralmente gremita, per approfondire le migliori e più recenti strategie di comunicazione digitale. Gli incontri, ai quali partecipano anche gli esperti di Google, sono gratuiti e dedicati alle Pmi, ai clienti di Italiaonline e ai professionisti interessati ad approfondire i servizi che il gruppo offre per incrementare il proprio business grazie al digitale.

Il capoluogo pugliese è stata la prima tappa esterna di questi workshop, che si svolgono prevalentemente a Milano. A quella di Bari ne seguiranno altre lungo la Penisola, per toccare varie aree d’Italia. Gli incontri sono interattivi e i partecipanti, oltre a un momento formativo condotto da Italiaonline e Google, hanno a disposizione i consulenti di vendita Italiaonline per un incontro “one to one” volto a individuare la migliore strategia digitale rispetto al proprio business, con consigli individuali e proposte di soluzioni personalizzate.

“Siamo felici e orgogliosi di incontrare i nostri clienti, attuali e potenziali, in Puglia – ha commentato Fabio Peloso, direttore vendite di Italiaonline – una regione che negli ultimi decenni ha saputo mettersi in evidenza con eccellenze assolute in settori come l’agroalimentare, le manifatture e il turismo. La scommessa sulla piccola e media impresa in questa terra meravigliosa può e deve essere vinta”.

“Ed è proprio a questo scopo che l’informazione gioca un ruolo fondamentale – ha continuato – Con questi workshop gratuiti vogliamo dedicare alle imprese pugliesi una giornata speciale e proficua per lo sviluppo del loro business, coadiuvati da un partner di prima grandezza come Google. Siamo infatti determinati a tenere fede al nostro ruolo di guida digitale per le pmi e iniziative come queste dimostrano la concretezza del nostro impegno e la qualità dei nostri consulenti”.

Tv, bonus fino a 50 euro

cms_14979/tv_monitor4_fg.jpg

E’ stato pubblicato ieri sulla Gazzetta Ufficiale il decreto interministeriale ministero dello Sviluppo economico – ministero dell’Economia che disciplina le modalità per l’erogazione dei contributi a favore dei cittadini per l’acquisto di Tv e decoder di nuova generazione, al fine di supportare la transizione del sistema radiotelevisivo verso la nuova tecnologia DVBT-2/HEVC. Per la misura, che rientra nell’ambito delle numerose azioni messe in campo dal Mise per accompagnare il processo di trasformazione digitale del settore TV, sono state stanziate nella legge di Bilancio 2019 risorse finanziarie pari a circa 150 milioni di euro. Gli utenti beneficiari del ’Bonus Tv’, che avrà un valore fino a 50 euro, saranno le famiglie con reddito Isee fino a 20.000 euro.

Il contributo, si legge in una nota del ministero, sarà disponibile dal 18 dicembre 2019 al 31 dicembre 2022, anno in cui si concluderà il processo di transizione alle reti digitali terrestri in DVBT-2, e sarà riconosciuto sotto forma di sconto praticato dal venditore dell’apparecchio sul relativo prezzo di vendita.

Autore:

Data:

20 Novembre 2019