Traduci

VIRGINIO TORNA IN RADIO CON “NOTTE NERA” – L’intervista

Dal  7 giugno scorso Virginio è tornato nelle radio italiane e in tutti gli store digitali con il nuovo singolo “Notte Nera, brano che ovviamente ha anche la sua versione in spagnola “Noche Negra”, per la prima volta con Altafonte\Sony Music.

Ma il cantautore è già molto conosciuto e apprezzato nel mondo musicale latino, tanto che vanta la vittoria di un Latin Grammy e, sei dischi di platino e ben quattro dischi d’oro ed è stato l’unico artista italiano invitato da Laura Pausini al World Tour per le tappe di Miami e di Mexico City.

“Notte nera” è un brano up tempo che racconta di una storia d’amore difficile e

travagliata, è un omaggio all’elettro-pop degli anni 80, che sfida un mondo più elettronico

nello stile emblematico Studio 54, evocando i suoni caratteristici del decennio d’oro del

pop globale che onora l’inclusione.

Il testo parla dell’incontro di una notte, ma che il protagonista non vuole accettare perché

ha paura di essere giudicato dagli altri.

Un hangover perenne come stato di vita: una festa durata una notte intera che ci porta a

viaggiare alla scoperta delle varie stanze del party.

Scritta da Virginio insieme all’artista latino Andreew e Daniele Coro, anche produttore del

brano, diventa un passo importante verso il nuovo progetto musicale del

cantautore.

Il video è diretto da Alfredo Lomelí per Fatebloomer, e racconta un viaggio

onirico girato in una camera da letto dove si intervallano le immagini di una Miami

notturna, abbagliata dai tipici neon di Ocean Drive e dei grattacieli di Downtown, quando

rientrando da una festa il protagonista prova a ricordare quello che è successo la sera

prima, faticando ad accettare la verità: amare chi vuole senza pensare a cosa diranno

degli altri. Link al video:  NOTTE NERA (OFFICIAL VIDEO) (youtube.com)

È un viaggio nell’accettazione di sé stessi, ma sempre sulle note di un pop trascinante e

allo stesso tempo dalla melodia squisitamente italiana.

Virginio prosegue il viaggio sonoro evolutivo iniziato già con il singolo “Brava Gente”, ma

questa volta anche in versione spagnola per il mercato americano e quello latino: “Notte Nera” diventa “Noche Negra” (uscito in America e America Latina il 4 giugno) e presentato

con una release Party nel centro di Miami Beach alla presenza della stampa americana.

  • Tu sei un artista che si è affermato sia nel campo musicale italiano che in quello latino. Quali sono le grandi differenze e quali le grandi analogie tra questi due panorami musicali.

Certamente il mondo latino ha un respiro più ampio, proprio da un punto di vista creativo. Dall’altro lato l’Italia porta in sé una sensibilità inconfondibile, che non resta solo nelle canzoni più melodiche, ma anche in quelle più ritmate. Questa cosa mi piace molto e la porto sempre con me quando sono lì.

  • Sei stato l’unico artista italiano ad essere invitato da Laura Pausini durante il suo World Tour nelle tappe di Miami e Mexico City. Raccontaci questa meravigliosa esperienza.

Qualcosa di meraviglioso. Laura ha fatto un tour tutto sold-out ed è stato un onore magnifico cantare davanti a un pubblico così grande e così vario. L’energia che ho sentito arrivare dalle persone sul palco è qualcosa di straordinario e non volevo più scendere.

  • Il messaggio che vuoi lanciare con il tuo nuovo singolo è la voglia di raccontare se stessi. Secondo te al giorno d’oggi , fa ancora tanta paura il giudizio degli altri?

Oggi fa più paura che mai, perché con i social siamo tutti esposti. Fondamentale parlare di questo e cercare di cambiare le carte in tavola. Ognuno deve amare chi vuole e vivere la vita come più preferisce. E questo dovrebbe essere un concetto inalienabile.

  • Come è nato il testo del tuo nuovo singolo?

Parla proprio di una notte in cui, tornando a casa, mi sono reso conto di quanto avevo bisogno di capirmi e di accettarmi, con le mie fragilità e debolezze. Da quel momento è partito un processo che oggi mi ha reso quello che sono, con le mie battaglie e le mie vittorie.

  • Il tuo più grande sogno?

Sono scaramantico. Non lo dico ad alta voce sennò non si avvera

  • Progetti futuri?

Questo singolo è solo il primo e fa parte di un progetto molto più ampio. Siamo solo all’inizio.

(foto – credits Marco Melfi)

Data:

19 Giugno 2024

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *