Headlines

Traduci

Virus, Conte:”Situazione sotto controllo”(Altre News)

Virus, Conte:”Situazione sotto controllo”

cms_15935/1.jpg

(Enzo Bonaiuto)-“La situazione è sotto controllo”. A confermarlo è il premier Giuseppe Conte, al termine della riunione operativa sull’emergenza coronavirus nella sede della Protezione civile. “Il sistema Italia ha adottato una linea di prevenzione e di precauzione, con la soglia più elevata in Europa – sottolinea Conte – siamo assolutamente fiduciosi e terremo sotto controllo i due casi che abbiamo già accertato”. Gli italiani, assicura il capo del governo, “possono assolutamente condurre una vita normale”.

“Il ministro della Salute Roberto Speranza ha proposto come commissario delegato per l’emergenza del coronavirus il capo del dipartimento della Protezione civile Angelo Borrelli e abbiamo approvato questa designazione”. “Abbiamo fatto questa riunione – conclude il capo del governo – per avere anche il coinvolgimento di tutte le autorità e le componenti interessate: è stata una riunione operativa”.

“La Protezione civile, che fin dal primo giorno è stata all’interno della task force” spiega il ministro della Salute Roberto Speranza al termine della stessa riunione operativa “avrà un ruolo e la funzione di commissario affidata al capo dipartimento Angelo Borrelli” che “svolgerà un ruolo ancora più importante, fondamentale, di coordinamento fra i tanti pezzi che giocano questa partita”. “L’Italia è un grande Paese, abbiamo uno dei migliori servizi sanitari del mondo osserva Speranza – abbiamo voluto in maniera precauzionale alzare il livello di guardia, in questo momento, come nessun altro Paese in Europa. Ci sono tutte le condizioni per gestire in maniera assolutamente positiva e trasparente l’evolversi della vicenda”. Speranza ricorda che “dentro questa partita ci sono le regioni, che hanno un ruolo essenziale dentro il servizio sanitario nazionale; ci sono vari ministeri, non solo la Salute ma anche gli Esteri, la Difesa, le Infrastrutture: avere un punto di coordinamento diventa fondamentale”.

Virus, Salvini attacca: “Così il governo tutela italiani?”

cms_15935/5.jpg

“Fatemi capire… I primi due casi di Coronavirus in Italia sarebbero sbarcati tranquilli a Malpensa il 23 gennaio e, senza alcun controllo, avrebbero girato per giorni mezza Italia, fino ad arrivare in un albergo nel pieno centro di Roma. È così che il governo tutela la salute e la sicurezza degli Italiani???”. A chiederlo su Twitter è Matteo Salvini, che parte all’attacco in una serie di ’cinguettii’ contro le misure prese dal governo riguardo l’emergenza sanitaria in corso.

La Lega, continua Salvini, “da giorni chiedeva quarantena, controlli, blocchi e informazioni, ma per politici e giornalisti di sinistra eravamo ’speculatori’ e sciacalli. Preghiamo Dio – conclude il leader leghista – che non ci siano disastri, ma chi ha sbagliato deve pagare”.

Renzi: “Con Pd-M5S insieme, si apre prateria per Italia Viva”

cms_15935/4.jpg

Se Pd e M5s si uniscono in una alleanza stabile, per Italia Viva “si apre una prateria, uno spazio politico almeno del 20%”. Lo ha detto Matteo Renzi a Otto e Mezzo. “La notizia è che ne faccia parte Conte”, di un ampio fronte di centrosinistra, “perché un anno fa firmava il Dl sicurezza di Salvini”, aggiunge. . “Io non so se si può fare una alleanza stabile tra Pd e M5S, di sicuro io non la faccio”, sottolinea.

Capitolo prescrizione: “Noi votiamo la nostra legge, questo non porta a una crisi di governo. La riforma Bonafede è una assurdità, perche’ toglie diritto ai cittadini. Io faccio una proposta, c’è il lodo Annibali, lo votino”. Economia: “Oggi il Pil è a meno 0,3%, abbiamo perso in casa tre a zero. Il governo cambi passo”.

M5S, 6 espulsi e ’graziato’ Giarrusso

cms_15935/2.jpg

Sei espulsioni, 5 alla Camera, una solo al Senato, dove viene allontanato Alfonso Ciampolillo, mentre viene ’graziato’ il senatore ribelle Mario Michele Giarrusso, stando al post pubblicato sul blog delle Stelle. Espulsi alla Camera -per il dossier ’morosi’- Nadia Aprile, Flora Frate, Michele Nitti, Santi Cappellani, Massimiliano De Toma, al grido di ’chi non rispetta le regole viene allontanato’.

“Rendicontare le spese e restituire le eccedenze dei nostri stipendi è per noi un onere e un onore – si legge nel post che accompagna i ’cartellini rossi’ – Un chiaro impegno preso coi cittadini fin dalla nascita del MoVimento 5 Stelle, un approccio più sobrio alle istituzioni. L’idea di una politica capace di spendere il denaro pubblico con la stessa oculatezza di chi spende il denaro proprio. Il percorso iniziato ad inizio novembre per la regolarizzazione di rendicontazioni e restituzioni degli eletti in Parlamento, ha portato alla regolarizzazione della maggioranza delle posizioni pendenti”.

“Questo è motivo di orgoglio e un chiaro segnale di rispetto degli impegni presi verso i cittadini. Sul totale di 30 casi aperti, alcuni portavoce hanno controdedotto in merito ai rilievi posti loro dal Collegio dei Probiviri, il quale, riscontrata la buonafede e la volontà di adempimento, ha intrapreso un dialogo per risolvere positivamente i casi. Ma la civile convivenza è basata sulle regole, e chi non le rispetta va allontanato. Pertanto saranno allontanati dal gruppo parlamentare alcuni eletti, per il venire meno degli impegni presi”, viene spiegato nel post.

“Segre non la sopporto”, bufera sulla prof a Firenze

cms_15935/3.jpg

“Liliana Segre non la sopporto. E anche voi, ragazzi, non vi fate fregare da questi personaggi che cercano solo pubblicità”. Così avrebbe detto una professoressa che insegna alla scuola media ’Mazzanti’ di Firenze, nel quartiere di Coverciano, durante una lezione in una classe seconda. La vicenda, accaduta lunedì scorso, Giornata della Memoria della Shoah, è riferita oggi dalla cronaca della Nazione.
L’indignazione di ragazzi e genitori è stata rivelata da una chat di WhatsApp utilizzata da madri e padri per raccordarsi sugli impegni scolastici dei figli. I genitori hanno deciso di protestare con la dirigenza dell’istituto e il risultato è stato che la docente si è vista costretta a tornare in classe e chiedere scusa agli alunni per aver offeso la senatrice a vita Liliana Segre, 90 anni, sopravvissuta all’Olocausto.

Secondo la versione della vicenda raccontata dalla “Nazione”, i ragazzini di seconda media avrebbero strabuzzato gli occhi e provato anche a dire qualcosa alla prof che stava facendo l’ennesima divagazione dalla sua materia d’insegnamento. “Anche mio nonno è stato in un campo di concentramento – avrebbe detto la docente stando alle testimonianze degli studenti – ma non è certo andato in giro a dirlo a tutti. E ora non andate a casa a dire ai vostri genitori che sono nazista e antisemita”. E invece i ragazzini della seconda classe media della scuola “Mazzanti”, più o meno tutti dodicenni, dai genitori dopo la ’lezione’ hanno raccontato tutto. “Erano sconcertati – ha confessato una mamma – Perché è vero che sono molto giovani ma non sono affatto sprovveduti e sanno bene cos’è stato l’Olocausto e quante morti assurde ha provocato. Non è possibile che questa persona, tra l’altro non nuova a certe esternazioni, tiri fuori certe opinioni a scuola. Tra l’altro a quanto pare sembra che abbia anche tessuto le lodi a Mussolini”.

Autore:

Data:

1 Febbraio 2020