Traduci

VITTORIA DI <> PER IL BARI CHE SI RITROVA IN ZONA PLAY-OFF

Servivano i tre punti e così è stato. Il Bari vince di misura grazie ad un calcio di rigore trasformato da Sibilli (78’) e conquista la seconda vittoria consecutiva al ‘San Nicola’, la seconda di mister Iachini.

Un successo sofferto al termine di una gara difficile e non bella esteticamente. Eppure, il Bari non aveva iniziato male, ma col passare del tempo si è trovato imbrigliato nelle maglie avverse. Va detto anche che la squadra barese ha concesso poco o nulla agli ospiti, fatta eccezione dell’unico vero pericolo sventato nel finale dall’attento Brenno. Per il resto, la gara poteva finire tranquillamente in parità.

Ma nel calcio si vincono anche partite sporche, proprio come quella vinta quest’oggi dal Bari. Bisogna lavorare, evidentemente, soprattutto dal punto di vista della proposta di gioco. Anche in una partita poco gradevole, tuttavia, si è visto il solito fantastico Benali, presente in ogni parte del campo, Sibilli con la consueta freddezza dal dischetto e Di Cesare autentico gladiatore e monumentale nei minuti finali di gara.

Infine Nasti. Entrato negli ultimi minuti il giovane attaccante barese ha lottato come un leone con tutta la difesa avversaria. Un esempio di attaccamento alla maglia.

Piace, infine, l’atteggiamento della squadra che al termine della partita ha accerchiato mister Iachini per festeggiare insieme.

In attesa, tuttavia, di un gioco più convincente, il Bari si gode questo successo che vale l’ottavo posto e il ritorno, quindi, in zona play-off.

cms_33560/F2.jpg

“Siamo ancora alle elementari – ha dichiarato il tecnico biancorosso Iachini – ma è normale per noi che stiamo insieme da poco. Stiamo appena da otto giorni e fatto due partite, ma con sei punti. Vedo, tuttavia, la determinazione, la ferocia e la compattezza della squadra. Ma anche qualche errore. Si è sbagliato tecnicamente diversi passaggi in uscita. La linea difensiva è stata alta compatta e corta e quindi faccio i complimenti a questi ragazzi. Ci voleva maggiore serenità, ma lavoreremo anche su questo. E poi ci sono gli avversari. La Feralpisalò è una squadra ostica ed è difficile giocarci contro. Dispiace per qualche fischio. Qualcuno deve recuperare da lunghi infortuni, ma bisogna aspettarli. Adesso voltiamo pagina perché dobbiamo pensare alla prossima gara. Ci sono tre partite in una settimana, ma dobbiamo farci trovare pronti.

Autore:

Data:

17 Febbraio 2024