Traduci

Why Michael Phelps is still great at an age when most swimmers have faded

Age 31 isn’t over the hill in most endeavors. Baseball players routinely play into their 40s, Phillip Dutton just won an equestrian medal at age 52, and writers often peak in their 50s or 60s (we hope).

cms_4366/1.jpg

But what Michael Phelps has done in the pool is unusual. The list of individual medalists (excluding relays) in swimming who’ve passed their 30th birthday is a short one – SportsReference.com counts 15 (add relays, and the list expands to 23). Of that group, only Dara Torres was older than Phelps today when she won multiple individual medals in one Olympics, taking three bronzes in 2000. Individual gold medalists age 31 and up? None. Not until Phelps did it Tuesday night in the 200m butterfly. That was his 12th gold medal in an individual event, sending historians back to Greek antiquity for a comparable antecedent.

cms_4366/2.jpg

How is Phelps able to do what swimmers of the past have not? Sheer persistence helps. Mark Spitz won two medals as a teen phenom in 1968 and seven golds in his standard-setting streak in 1972. Then he retired, apart from a short-lived comeback effort years later.

cms_4366/3.jpg

One reason Phelps has chosen a different career path is simple: the life of an Olympic star is no longer one of monastic poverty, thanks to a series of changes internationally and domestically through the 1970s. We’re no longer talking about Jim Thorpe being stripped of his 1912 medals because he accepted a pittance for playing a totally different sport. Today, Thorpe would win cash just qualifying for the US team.

cms_4366/4.jpg

And swimmers such as Phelps get paid, with prize money at the World Aquatic Championships now up over $5m and a steady stream of sponsorship money available. Even swimmers who aren’t anywhere close to Phelps’ level can earn a healthy $3,000 monthly stipend.

cms_4366/5.jpg

Financial comfort is important because swimming is such a demanding sport. Not that most Olympic events are for weekend warriors, but swimming in particular requires a lot of pool time and the occasional “dry” workout. At 35 hours a week, it’s not the sort of thing you can do with a full-time job. And the money helps swimmers take in staggering amounts of food to refuel. No wonder the U.S. Olympic swim team is skewing older these days. Male swimmers’ average in 1988 was 20.9. In 2012, 25.8.

cms_4366/6.jpg

Yet those changes have also revved up the level of competition in the Games. The Olympics are no longer just for college students, the independently wealthy and state-funded machines. Phelps has stuck around, but so have Ryan Lochte, Laszlo Cseh and many other legitimate challengers.

cms_4366/7.jpg

And Phelps is still outdistancing not just the previous generations of Olympic athletes but his peers as well. This summer, 2012 Olympic champion and multiple world medalist Tyler Clary retired after failing to make the US team in multiple events. He’s just 27.

cms_4366/8.jpg

The ageless Dara Torres notwithstanding, women have had a more difficult time sticking around in the sport. Natalie Coughlin has 12 medals from the last three Olympics, but at age 33, she was unable to make the US team for Rio. Kate Ziegler was the Katie Ledecky of the mid-2000s, winning world titles and setting records in distance races in her teens, but she didn’t make an Olympic final in 2012 and didn’t make the team at age 28 this time around. Katie Hoff swept the individual medley world titles in 2005 and 2007, took a couple of individual medals in 2008 while still in her teens, then faded and eventually retired due to lingering issues with blood clots.

cms_4366/9.jpg

Other swimmers eventually break down. Lochte has dealt with injuries, including a freak run-in with a fan that wrecked his knee. Most of those injuries took place outside the pool, but even in calm, cool water, overuse injuries can pile up over time. “Phelps has likely performed over 10m arm strokes and 7m dolphin kicks in his career,” wrote swimming expert Gary Mullen. “This volume increases his risk of shoulder impingement and low back disc degeneration, two of the most common injuries in the sport.”

Phelps has been able to stay healthy, and his physique certainly doesn’t hurt. Even in a pool full of perfectly tapered torsos, Phelps has always stood out with his long arms and large feet. The last element of the perfect storm that made Phelps the perfect swimmer is coaching. Phelps met Bob Bowman at age 11, and the coach has stuck with him through a successful yet often tempestuous relationship.

cms_4366/10.jpg

Phelps has slowed – a little. He scratched from the 100m and 200m freestyle at the Olympic trials this summer, no longer willing or able to attempt the daunting eight-event program he swept in Beijing eight years ago. But his times in individual events are comparable to his times in the past 12 years, excluding the two-year “techsuit” era that led to faster times for everyone in 2008 and 2009. Compare the 200m butterfly, Phelps’ first individual gold medal of these Games. He won the 2011 world championship in that event in 1:53.34. His time in Rio? 1:53.36.

Phelps, Bowman and his entourage have a few other tactics that may also have come into play. Maybe the “cupping” therapy that leaves large hickeys all over his torso is improving his endurance in ways yet to be explained. Maybe Phelps’s retirement after the 2012 Games made him come back rejuvenated and hungry.

But much of Phelps’ success is readily apparent. He’s a physically gifted swimmer who learned picture-perfect strokes, his body has not failed him in any major way, and his support system has helped him maintain those gifts longer than most.

cms_4366/italfahne.jpgPerché Michael Phelps è ancora grande in un’età in cui la maggior parte dei nuotatori sono sbiaditi . L’americano è l’unica persona ad aver vinto un individuo nuoto oro oltre l’età di 31. Persistenza, denaro e talento bizzarro hanno aiutato.

Età 31 non è oltre la collina nella maggior parte dei tentativi . I giocatori di baseball giocano abitualmente nel loro 40s , Phillip Dutton ha appena vinto una medaglia equestre a 52 anni , e gli scrittori spesso picco nei loro 50 o 60 anni (speriamo) . Ma ciò che Michael Phelps ha fatto in piscina è insolito . L’ elenco dei singoli vincitori di medaglie (esclusi relè) nel nuoto che hanno superato il loro 30 ° compleanno è breve – SportsReference.com conta 15 (aggiungere i relè , e la lista si espande a 23) . Di quel gruppo , solo Dara Torres era più vecchio di Phelps oggi quando ha vinto più medaglie individuali in una Olimpiade , prendendo tre bronzi nel 2000. Individuale medaglia d’oro di età 31 ed in su? Nessuna. Non fino a quando Phelps ha fatto Martedì sera nella farfalla 200m . Questo era il suo 12 ° medaglia d’oro in un singolo evento , inviando gli storici dall’antichità greca per un antecedente comparabili. Come è Phelps in grado di fare ciò che i nuotatori del passato non ha ? la persistenza puro aiuta . Mark Spitz ha vinto due medaglie come un fenomeno adolescente nel 1968 e sette ori nella sua striscia di normazione nel 1972. Poi si è ritirato , a parte uno sforzo rimonta di breve durata anni più tardi . Uno dei motivi Phelps ha scelto un percorso di carriera diversa è semplice : la vita di una stella olimpica non è più uno di povertà monastica , grazie ad una serie di cambiamenti interno e internazionale attraverso il 1970 . Non siamo più stiamo parlando di Jim Thorpe essere spogliato dei suoi 1912 medaglie perché ha accettato una miseria per la riproduzione di uno sport completamente diverso . Oggi , Thorpe sarebbe vincere denaro appena qualificazione per la squadra degli Stati Uniti . E nuotatori quali Phelps pagati , con premi in denaro ai acquatici campionati del mondo in questo momento fino oltre 5 milioni di dollari e un flusso costante di denaro di sponsorizzazione disponibili . Anche i nuotatori che non sono da nessuna parte vicino al livello Phelps ’ possono guadagnare un sano 3000 $ stipendio mensile . la comodità finanziaria è importante perché il nuoto è uno sport così impegnativo. Non che la maggior parte degli eventi olimpici sono per guerrieri del fine settimana, ma il nuoto in particolare, richiede un sacco di tempo piscina e l’allenamento occasionale “a secco”. A 35 ore a settimana, non è il genere di cosa che si può fare con un lavoro a tempo pieno. E il denaro aiuta i nuotatori prendono in quantità impressionanti di cibo per fare rifornimento. Nessuna meraviglia che la squadra di nuoto degli Stati Uniti olimpica è l’inclinazione più anziani in questi giorni. media Male swimmers ’nel 1988 era 20,9. Nel 2012, il 25,8.

Eppure, questi cambiamenti hanno su di giri il livello di concorrenza ai Giochi. Le Olimpiadi non sono più solo per gli studenti universitari, le macchine in modo indipendente ricchi e finanziati dallo Stato. Phelps ha bloccato intorno, ma in modo da avere Ryan Lochte, Laszlo Cseh e molti altri sfidanti legittimi. E Phelps non è ancora distanziando solo le precedenti generazioni di atleti olimpici, ma i suoi colleghi pure. Questa estate 2012 campione olimpico e molteplice mondo medaglia Tyler Clary si ritirò dopo aver fallito per rendere la squadra degli Stati Uniti in più eventi. E ’solo 27. L’intramontabile Dara Torres nonostante, le donne hanno avuto un tempo più difficile attaccare intorno in questo sport. Natalie Coughlin ha 12 medaglie degli ultimi tre Olimpiadi, ma all’età di 33 anni, non era in grado di rendere la squadra degli Stati Uniti per Rio. Kate Ziegler era il Katie Ledecky di metà degli anni 2000, vincendo titoli mondiali e stabilendo record in gare di distanza nei suoi anni, ma lei non ha commesso un finale olimpica nel 2012 e non ha fatto la squadra a 28 anni questa volta. Katie Hoff spazzato i singoli titoli mondiali misti nel 2005 e nel 2007, ha preso un paio di medaglie individuali nel 2008, mentre era ancora adolescente, poi sbiadito e alla fine si ritirò a causa di problemi persistenti con coaguli di sangue. Altri nuotatori finalmente abbattere. Lochte ha affrontato con le lesioni, tra cui un freak run-in con un ventilatore che ha rovinato il suo ginocchio. La maggior parte di queste lesioni ha avuto luogo al di fuori della piscina, ma anche in calma, acqua fredda, lesioni da uso eccessivo può accumularsi nel tempo. “Phelps ha probabilmente eseguito oltre i colpi del braccio 10m calci 7m delfini nella sua carriera”, ha scritto il nuoto esperto Gary Mullen. “Questo volume aumenta il suo rischio di impingement spalla e la degenerazione basso disco posteriore, due delle lesioni più comuni in questo sport.” Phelps è stato in grado di rimanere in buona salute, e il suo fisico di certo non fa male. Anche in una piscina piena di torsi perfettamente conici, Phelps si è sempre distinto con le sue lunghe braccia e piedi grandi.

(Tradotto dall’articolo Why Michael Phelps is still great at an age when most swimmers have faded scritto da Beau Dure pubblicato su theguardian.com venerdi’ 12 agosto 2016.)

Data:

12 Agosto 2016