Traduci

ZELENSKY:”SERVE SCUDO AEREO PER DIFESA DA RUSSIA”- LA GUERRA FINIRA’ SOLO CON SCONFITTA RUSSIA

cms_28745/zelensky6.jpg“All’Ucraina serve uno scudo aereo contro la Russia”. Sono le parole del presidente ucraino Volodymyr Zelensky in un videomessaggio su Telegram, dopo l’ennesima giornata di attacchi di Mosca. “Stanno usando tutte le risorse possibili contro il nostro popolo che deve essere protetto dai missili russi. E come? Con uno scudo di difesa aerea, solo così potrò proteggere la mia gente”. “Mi rivolgo allora ai Paesi amici per far comprendere che solo in questo modo potremo dare risposta al terrore russo. Trovate il modo – si appella – di darci un sistema di protezione per i nostri cieli”.

“Solo questo significherà sicurezza per milioni di persone e un riallineamento strategico dell’intera situazione militare” dice Zelensky nel consueto video serale. “Minori sono le opportunità che la Russia ha per creare terrore, maggiori saranno le opportunità che avremo per tornare alla pace” conclude.

cms_28745/Mykhaïlo_Podoliak.jpg“Non lasciatevi distrarre parlando di piani irrealistici: non si può raggiungere un accordo con la Russua.

La guerra deve finire unicamente con la sua sconfitta”.

A scriverlo, su Twitter, è Mykhailo Podolyak, consigliere presidenziale ucraino, annunciando che il suo Paese agirà “con le necessarie proporzioni di artiglieria, veicoli blindati, droni e missili a lungo raggio”.

Intanto i funzionari della capitale dell’Ucraina stanno lavorando per restituire l’elettricità alla maggior parte dei residenti dopo che la città ieri è stata colpita da una serie di attacchi missilistici russi. Lo riferisce su Telegram il sindaco Vitalij Klitschko, sottolineando che solo un terzo delle persone ha acqua e riscaldamento, e circa il 40% ha energia elettrica a causa delle reti elettriche danneggiate.

Mentre la corrente elettrica è stata ripristinata a Kharhiv e nella regione circostante. Ad annunciarlo, all’indomani dell’attacco missilistico russo che ha colpito le infrastrutture energetiche locali, è stato il governatore della regione, Oleh Syniehubov, su Telegram.

450 BAMBINI UCCISI DA INIZIO GUERRA – Sono 450 i bambini uccisi e almeno 863 quelli rimasti feriti dall’inizio della guerra in Ucraina. Lo ha riferito l’ufficio del procuratore generale, sottolineando che questi numeri non sono definitivi, poiché una verifica effettiva del numero è complicata nei luoghi di guerra. 3.126 istituzioni educative sono state danneggiate a causa dei bombardamenti da parte delle forze armate russe, 337 delle quali sono state completamente distrutte.

KIEV: 97.690 MILITARI RUSSI UCCISI DA INIZIO GUERRA

Secondo il resoconto dei militari ucraini, a oggi le perdite russe sarebbero di circa 97.690 uomini, 2.985 carri armati, 5.958 mezzi corazzati, 1.947 sistemi d’artiglieria, 410 lanciarazzi multipli, 211 sistemi di difesa antiaerea. Stando al bollettino, che specifica che i dati sono in aggiornamento a causa degli intensi combattimenti, le forze russe avrebbero perso anche 281 aerei, 264 elicotteri, 4.577 autoveicoli, 16 unità navali e 1.648 droni.

È probabile, inoltre, secondo l’Istituto statunitense per lo studio della guerra, che le forze russe intensifichino i loro attacchi su Kiev per alimentare il malcontento pubblico nella capitale, ma è improbabile che questi attacchi missilistici spezzino la volontà dell’Ucraina. “Gli attacchi russi continuano a rappresentare una minaccia significativa per i civili ucraini, ma non aumentano la loro capacità di condurre operazioni offensive in Ucraina” sottolinea lo studio americano.

Data:

18 Dicembre 2022